Crotone, al Liceo Classico Pitagora lezione di Emofilia con l’Avis provinciale

Crotone, al Liceo Classico Pitagora lezione di Emofilia con l’Avis provinciale

 

 

Ogni anno l’Avis sezione provinciale di Crotone si apre alle scuole per trattare tematiche diverse sulla donazione del sangue come atto di solidarietà verso l’altro. Con donazioni anonime, il donatore è colui che dona parte di sè stesso a chi ne ha più bisogno, con un gesto gratuito e spontaneo. Quest’anno il tema trattato, in particolare presso il Liceo Classico Pitagora, è l’emofilia, ovvero una malattia invalidante derivante da una cattiva coagulazione del sangue. L’approccio agli studenti, è stato quello di fornire loro informazioni sulla malattia, la condizione invalidante e la sua cura. Ad illustrare questi temi al pubblico uditore il dottor Massimo Allò, responsabile di Ematologia e Microcitemia all’ospedale civile San Giovanni di Dio, il referente Avis Comunale Ermelinda Gaetano, la professoressa Loredana Iannetti Referente Comunale Avis Scuola e il professor Silvio Gangi, referente invece provinciale. Nasce anche l’Admo, l’associazione donatori midollo osseo con la delegata provinciale Francesca Capuano.

«Sono i maschi ad essere affetti da tale patologia, raramente le donne – ha dichiarato il dottore Allòha un’incidenza di uno su diecimila maschi, questa malattia è caratterizzata da emorragia intra articolari, che porta alla degenerazione delle articolazioni, più altre emorragie gravi. L’emofilia si cura».

L’Admo, associazione donatori midollo osseo, ha un fine nobile, ovvero poter dare speranza a ragazzi meno fortunati, affinchè possano sopravvivere: «Dalla storia di mio figlio nasce l’esigenza di divulgare questa realtà – ha detto Francesca Capuano, Admo – a breve vi sarà un centro di appoggio per potenziare donatori da iscrivere nel registro nazionale di donatori di midollo osseo. Ho trovato qui al Pitagora giovani molto interessati a questa tematica, il giovane non ignora più ma tende egli stesso ad informarsi».