Crotone, Alessandro Brutto di Confindustria: «Rilancio del Sud un’occasione per tutta l’Italia»

Crotone, Alessandro Brutto di Confindustria: «Rilancio del Sud un’occasione per tutta l’Italia»

Crotone – Le piccole e medio imprese devono ripartire affinchè il tessuto economico di Crotone non soffra ancora di più. Siamo nella Fase 3, la stagione balneare vuole ripartire, i negozi tentano la ripresa, ma il pensiero non è rivolto al presente bensì al futuro, per una crescita reale dell’economia a lungo termine: «Le disposizioni che sta adottando il Governo – ha dichiarato il dottor Alessandro Brutto, membro di Confindustria Crotone – sono disposizioni che cercano di evitare una ricaduta di questa emergenza sanitaria vissuta. Ora il Governa sta adottando misure immediate, per cercare di risolvere i problemi attuali, tramite queste concessioni di finanziamenti, ma c’è anche l’ipotesi di contributi a fondo perduto che possano aiutare le piccole e medio imprese.

Noi di Confindustria, nelle riunioni che teniamo in videoconferenza, seguendo anche il neo eletto alla Camera dei Deputati Sergio Torromino, ci siamo fatti promotori di una proposta di emendamento, che l’onorevole una volta verificato proporrà alla Camera, ovvero l’erogazione dei finanziamenti». Confindustria Crotone ritiene sia necessario adottare delle misure che avranno un impatto non immediato, non che risolva solo le emergenze, ma provvedimenti dunque a lungo e medio termine: «La misura principale sulle quali convergono le attenzioni sono le infrastrutture, una carenza che la Calabria e in particolare la nostra Provincia patisce da decenni. Pensiamo che sia il momento giusto per colmare il divario che c’è con le regioni del Nord Italia. Il rilancio del Sud potrebbe essere occasione per tutta l’Italia» ci dice Brutto, «per aumentare il Pil a livello nazionale: un modo per aumentare la domanda e l’offerta in tutta Italia, un’espansione del mercato a livello nazionale. Già il fatto che vengano destinate delle risorse per opere pubbliche nel Meridione, già questo di per se creerebbe un’economia nel realizzarle, e poi al termine della realizzazione creerebbero la base per lo sviluppo di questa zona.

Parlo sopratutto della nostra Provincia di Crotone che rispetto alla Calabria che già ha dei problemi; è una provincia particolarmente isolata rispetto alle altre. Per noi quindi questo sarebbe ancora più importante». Il Primo Ministro Conte nella sua conferenza stampa ha annunciato gli ultimi interventi in opere pubbliche nel mezzogiorno: «Oltre al ponte sullo stretto, che è a più lunga durata, però ci sono interventi come ammodernamento della 106, alta velocità in Calabria, misure che eseguite subito avrebbero un impatto notevole per il nostro territorio».