Crotone, altra lesione alla segnaletica di Capo Colonna (KPO)

Crotone, altra lesione alla segnaletica di Capo Colonna (KPO)

Crotone – Le segnaletiche che furono poste da Floro Veraldi a Capo Colonna tramite la vendita delle magliette con l’acronimo di Kroton (KPO) non appartengono a Floro, ma alla collettività stessa, per indicare luoghi simbolo del colle lacinio. Ad oggi la seconda lesione alle segnaletiche, che hanno gettato il giovane nello sconforto. Come si evince dalla foto, è stato strappato il materiale bianco apposto sulla lamiera.

«Credo sia una situazione surreale, dove la gente viene qui e fa quello che vuole – ci ha detto Floro Veraldi – e siccome è una cosa che è già successo trovo incredibile che succeda ancora. E’ un luogo che va tutelato e continuo con la mia iniziativa per far diventare Capo Colonna patrimonio Unesco,  però tutti i miei sforzi saranno impuntati sulla parte burocratica. Sto preparando una relazione grazie a degli aiuti, e più avanti presenteremo questa richiesta».

Se ricordate, era il 20 maggio, dopo il lockdown, la data del primo sfregio alle segnaletiche (leggi qui): «Quello che mi sconvolge di più è che essendo un luogo di cultura la gente viene qua e fa tutto ciò che vuole, liberamente» conclude.

Danilo Ruberto