Crotone, Andrea Correggia (Multitracce): «Tante idee per rilanciare il Castello»

Crotone, Andrea Correggia (Multitracce): «Tante idee per rilanciare il Castello»

Crotone – E’ l’associazione MultiTracce di Crotone ad essersi aggiudicato l’avviso pubblico per la gestione delle visite all’interno della fortezza Carlo V.

Servizi ed accoglienza nel programma promosso dall’associazione, l’unica rimasta in gara dopo l’ammissione, che lavorerà insieme alle associazioni “Ctg Kroton Aps” di Belvedere Spinello”, “Gruppo Archeologico Krotoniate” e “Ciclofficina Tr220′. Il bene pubblico, dopo cinque anni di chiusura a causa del rinvenimento del tenorm, ha riaperto le sue porte lo scorso 12 agosto ma in modo parziale, di martedì e giovedì (dalle ore 9 alle 12) e nei giorni in cui le navi da crociera attraccano sul nostro porto.

L’associazione Multitracce è ben conosciuta a Crotone. Nata nel 2010 con lo scopo di organizzare e promuovere manifestazioni culturali, musicali e artistiche, sin dalla sua costituzione si è sempre distinta per la bontà delle sue iniziative.

Le ultime, solo in ordine di tempo, le mostre artigianali che hanno animato il lungomare cittadino nella stagione estiva. Non solo arte però nell’attività del gruppo che si è preso cura in passato anche di parco dei Glicini e ha promosso una serie di iniziative sociali. Come la creazione del Gruppo di acquisto solidale avviato con l’intento di promuovere l’agricoltura biologica.

«Abbiamo abbracciato questa sfida con altre associazioni amiche – ha spiegato il presidente di Multitracce Andrea Correggia -. Speriamo di riuscire, finalmente, a fare qualcosa di positivo per il Castello». Le criticità della fortezza sono tante, e Andrea lo sa bene: dai rifiuti interrati allo stato di abbandono che ha investito ogni spazio della fortezza.

«Farlo ripartire – aggiunge Correggia – comporta un impegno maggiore rispetto alla gestione ordinaria». Un impegno però che non spaventa l’associazione pronta a scendere in campo per lavorare a favore della città. «Il nostro obiettivo è quello di tenerlo aperto tutti i giorni.

Organizzeremo le visite guidate su prenotazione e poi ancora eventi, mostre, incontri con la città. Pensiamo anche di attivare una sorta di bike sharing al castello per permettere, a chi vuole, di partire dalla fortezza in bici per visitare la città o viceversa.

Inoltre abbiamo già in mente di rilanciare il castello anche sui social e sul web coinvolgendo i giovani e le scuole. Infine collaboreremo con tutte le organizzazioni che portano turisti a Crotone con attività di accoglienza».

Le idee ci sono ora, dopo il primo incontro con l’amministrazione comunale che si è tenuto martedì, l’associazione è in attesa di definire il tutto e di firmare la convenzione.