Crotone, col Cin.al.ci. finalmente si torna al cinema

Crotone, col Cin.al.ci. finalmente si torna al cinema

Si torna al cinema con la rassegna promossa da Cin.al.ci. Dopo il successo degli eventi estivi e la proiezione di pellicole alla villa comunale, si torna a casa, alla Sala Raimondi. Un ritorno atteso davanti al maxi schermo considerando il periodo storico che stiamo vivendo e considerando soprattutto la difficoltà del settore cinematografico. Venti i film che compongono il cartellone.

Si parte il due dicembre con “Qui rido io” di Mario Martone e si proseguirà fino al 5 maggio quando, per concludere, gli appassionati di cinema potranno assistere alla proiezione di Roma, di Federico Fellini. Insomma, si riaprono le porte, le rosse poltrone sono pronte. Anche a Crotone, finalmente torna il cinema.

«Abbiamo deciso di programmare, anche se in ritardo rispetto agli altri anni, una rassegna con film nuovi e di qualità – ha detto Antonio Laino, presidente del circolo Cin.al.ci -. Ogni proiezione si svolgerà seguendo le norme anti-covid attualmente in vigore: si entra con green pass e mascherina». Una scelta ben ponderata che è maturata soprattutto considerando quello che accade nel resto d’Italia dove, nonostante le restrizioni, i cinema continuano a rimanere aperti.

Ma il Cin.al.ci. è qualcosa che va oltre. Una realtà nata nel 1990 in uno dei momenti più bui del cinema italiano. Lo scopo del circolo è statutariamente «la diffusione della cultura cinematografica attraverso la rappresentazione di film di qualità visti nel luogo ideale e cioè nella sala cinematografica. Quest’ultima, infatti, resta il luogo perfetto per vedere un film e come tale un “luogo sacro” che va preservato e protetto dai numerosi modi oggi esistenti per vedere un film». E così, proprio come trentuno anni fa, il Cin.al.ci. si fa portatore di quella voglia di fare che alla nostra città può far solo bene in un periodo difficile come quello che stiamo vivendo.