Crotone, continua l’emergenza rifiuti: «Valuteremo di portarli fuori regione»

Crotone, continua l’emergenza rifiuti: «Valuteremo di portarli fuori regione»

Crotone – La discarica di San Giovanni in Fiore non può più accogliere i rifiuti provenienti da Crotone. Nei prossimi giorni, saranno le discariche di Lamezia Terme e Columbra a dover sopperire all’emergenza rifiuti della nostra provincia; discarica di Columbra che è quasi satura, dopo aver riaperto i cancelli giorni dopo i problemi causati dalla forte pioggia che si è riversata a fine novembre nei nostri territori.

«Non è colpa di Akrea», assicura il sindaco Vincenzo Voce che abbiamo ascoltato ieri sera dopo l’assemblea dei sindaci della provincia di Crotone (Ato),  poichè il problema è atavico. Insomma, i rifiuti vanno portati fuori regione. «Approveremo nuovi schemi di contratto e individueremo l’ufficio d’ambito che lavorerà sull’organizzazione dei rifiuti della provincia di Crotone – precisa – siamo con il lumicino in mano. Senza discariche è impensabile che una nuova si faccia in poco tempo. Bisognerà prendere in considerazione di portare questi scarti fuori regione, si faranno delle gare. 

Il problema è strutturale: «Non si sa dove portare i rifiuti. Non è bello – continua – ma in cinque anni è stata riempita una discarica con due milioni e mezzo di rifiuti da tutta la Calabria. Sarà un problema di pochi mesi, questa è la beffa di Crotone, che ha ospitato rifiuti da ogni parte, ora valuteremo se portarli fuori regione con i costi di trasporto e di gare».

Danilo Ruberto