Crotone, Dell’Aquila: «Nessuna manovra intorno l’elezione del presidente della Provincia»

Crotone, Dell’Aquila: «Nessuna manovra intorno l’elezione del presidente della Provincia»

Vuole spazzare via ogni dubbio il presidente facente funzioni dell’ente intermedio Giuseppe Dell’Aquila sul rinvio delle elezioni del presidente della Provincia. Vi è stata, se ricordate, la convocazione dei comizi elettorali per l’elezione prevista per marzo: poi, invece, sabato scorso sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato l’articolo 17-bis del Decreto Milleproroghe con cui si rinviano le elezioni stesse degli inizi di marzo.

«Qualcuno ha confuso un emendamento del Governo per risolvere una legge balorda come la Delrio che non teneva conto della rappresentanza del territorio, nel caso in cui i comuni commissariati non facessero raggiungere il 50  dei voti – ha dichiarato il presidente facente funzione della Provincia Giuseppe Dell’Aquila  – chi sta facendo polemiche o non ha letto la norma o è solo una polemica strumentale».

La pubblicazione del norma arriva dopo il parere positivo già espresso dalla Presidenza del Consiglio Affari regionali sulla questione: «Ci siamo attenuti all’iter di questo emendamento delle Milleproroghe, non avendo più del 50 % disponibile al voto per i comuni commissariati, abbiamo chiesto un parere dal Ministero. Lì per lì non abbiamo avuto risposta. Tempo dopo invece quel parere richiesto dalla Provincia di Crotone era in mano al Governo che lo ha attenzionato. Poi abbiamo convocato le elezioni, e nel frattempo ci è stato comunicato dell’emendamento del Milleproroghe e per correttezza ho chiamato i tre candidati. E così è stato. Questo emendamento è passato prima alla Camera e poi al Senato.

Poi rispondo che quando non sanno cosa dire pensano che ci siano manovre. Questo è un emendamento proposto dal Governo, e non l’ha proposto nè Dell’Aquila nè il PD locale. Un emendamento che risolve un gap istituzionale. Siccome dobbiamo alzare il livello politico di questo territorio, forse per la prima volta la Provincia di Crotone ha fatto scuola, risolvendo un problema non creato da Dell’Aquila o da qualche consigliere o qualche partito, ma è stato risolto da chi lo aveva creato, semmai. Forse, dico di più, il PD nazionale ha risolto un problema che aveva creato».

Si andrà al voto, specifica Dell’Aquila: «Le elezioni si faranno. Quest’emendamento ritira le elezioni però le convoca entro quarantacinque giorni entro le amministrative. Quarantacinque giorni dopo si andrà al voto per il presidente della Provincia. Voteremo d’estate, col sole, alla luce del sole».