Crotone, “E’ Natale tutto l’anno” alla mensa dei poveri Padre Pio

Crotone, “E’ Natale tutto l’anno” alla mensa dei poveri Padre Pio

Crotone – Ci sono mani che aiutano e vite che nel silenzio trovano sul loro cammino degli angeli custodi. Così li ha definiti il presidente di ConfCommercio Crotone Antonio Casillo le persone che quotidianamente dedicano il loro tempo alla mensa dei poveri Padre Pio da Pietralcina, situata nel centro storico di Crotone.

Un impegno costante che continua nelle cucine e nelle sale dei locali che giornalmente accolgono i più bisognosi. Con le feste in arrivo don Ezio Limina ha lanciato un appello per invitare i cittadini a donare le materie prime che servono per permettere ai volontari della mensa di garantire un pasto caldo a chi lo chiede. Un appello ben accolto da ConfCommercio Crotone. Nasce così il progetto “Natale tutto l’anno” che partirà questo novembre e proseguirà almeno fino a dicembre 2022.

«Ci siamo subito mobilitati – ha spiegato il presidente di Confcommercio Crotone Antonio Casillo -, grazie anche all’interesse del vice presidente Luca Manica. La Confcommercio è pronta a dare un segnale di solidarietà alla gente che ha bisogno. Troppo spesso, presi dai nostri impegni, dimentichiamo quello di cui al vita sociale ha bisogno».

«La mensa di Padre Pio – spiega don Ezio – registra da anni un indice di generosità crotonese altissimo. La mensa non ha in maniera stabile legami o dipendenze ma è libera, questo è dovuto in modo particolare a una impostazione di fondo che risale a Monsignor Agostino: è stata istituita così fondandola sulla generosità. Crotone ha molti difetti ma ha un cuore. Questa pagina di storia che scrivendo la Confcommercio è la controprova di questa dimensione di solidarietà e di sensibilità che parte non dai teoremi o progetti ma dai fatti».

Il Sindacato Balneare è stata la prima categoria a lanciare l’iniziativa – «Ci siamo mossi subito – aggiunge Luca Manica presidente della categoria -, con l’aiuto di Confcommercio e abbiamo iniziato una raccolta fondi che non coprirà solo due mesi ma bensì anche tutto il 2022. Quello di don Ezio e dei volontari è un lavoro meraviglioso. In questo momento di crisi economica anche loro hanno sentito la necessità di chiedere un sostegno, il nostro è arrivato subito».

«Noi facciamo la nostra parte – ha concluso il direttore Confcommercio Giovanni Ferrarellie ci sono parole che trascinano con l’esempio, dando un forte messaggio anche alle nuove generazioni».