«Crotone entri come azionista nella compagine amministrativa della Sacal», lo chiedono alcuni consiglieri

«Crotone entri come azionista nella compagine amministrativa della Sacal», lo chiedono alcuni consiglieri

Crotoone, riceviamo e pubblichiamo: Rrichiesta al Sindaco a firma dei consiglieri comunali Giuseppe Fiorino, Andrea Devona, Fabio Manica, Vincenzo Familiari, Salvatore Riga e Anna Cantafora.

Egr. Sig. Sindaco , i sottoscritti consiglieri comunali Andrea Devona, Giuseppe Fiorino, Fabio Manica, Vincenzo Familiari, Salvatore Riga, Anna Maria Cantafora, chiediamo un opportuna ed ampia discussione in consiglio comunale convocato su tale materia: la Città di Crotone entri come azionista nella compagine amministrativa della Sacal.

Premesso che

– Lo scalo Aeroportuale di Crotone è Gestito dalla Sacal con sede a Lamezia Terme.
– All’interno della società Sacal attualmente non è prevista nessuna partecipazione azionaria del Comune di Crotone.
– Tale partecipazione manca perché, all’epoca del raggruppamento dei tre scali calabresi, Crotone aveva una struttura societaria tutta sua poi successivamente liquidata
– E’ del tutto evidente che le amministrazioni successive a quelle del Sindaco Vallone non hanno riservato le opportune verifiche dovute attenzioni allo scalo aeroportuale di Crotone ne hanno messo in campo nessuna azione volta a favorire l’ingresso del Comune nella compagine societaria di Sacal;
– Attualmente si stà discutendo di un aumento del capitale sociale della Sacal a cui il comune di Crotone dovrebbe essere naturalmente interessato.
– La struttura aeroportuale rappresenta per questo territorio e per una buona fetta della Calabria ionica, l’unico strumento che rompe l’isolamento atavico in cui è costretto per la mancanza di validi collegamenti alternativi;
– Il sistema aeroportuale calabrese, così come è stato concepito, ha grandi potenzialità di crescita in termini di utenza e quindi di voli, ragion per cui una partecipazione azionaria della nostra Città ( dove ha sede un aeroporto,) potrebbe rappresentare un’opportunità ed un’occasione per partecipare alle scelte strategiche per il futuro.