Crotone, estate in musica con gli Incontri Musicali Mediterranei

Crotone, estate in musica con gli Incontri Musicali Mediterranei

Ritornano gli appuntamenti della rassegna “Incontri Musicali Mediterraneli – Incontri d’Estate” 2021 giunta alla sua ottava stagione concertistica. Dodici gli appuntamenti inseriti all’interno del ricco calendario. Inizio fissato per la giornata del 12 giugno 2021, ultima esibizione, invece, il 10 settembre 2021. Ad ospitare la rassegna, come nel recente passato, la cornice del Museo e Giardini di Pitagora di Crotone. Ad aprire la kermesse sarà l’Integrale delle Sonate per Pianoforte di Ludwig Van Beethoven con al pianoforte Giuseppe Maiorca. Il 25 giugno sarà tempo di Passaggi sonori con il direttore Francesco Perri.

Santo Vazzano – Consorzio “Jobel”

Il 7 luglio l’Integrale delle Sonate per pianoforte di Ludwig Van Beethoven ancora una volta con Giuseppe Maiorca al pioforte. Si proseguirà con appuntamenti fissati per i 20, 22 e 26 luglio . Due concerti saranno svolti nella giornata alle 18:00 e alle 21:00 del 3 agosto, uno l’8 agosto. Il 20 agosto concerto del pianista Peppe Nola, il 27 agosto il concerto del pianista Davide Cerullo e il 10 settembre il concerto del pianista Antonio Consales.

Tutte le esibizioni prenderanno il via, come da calendario a partire dalle ore 21:00. A presentare questa nuova edizione della rassegna è il presidente delle Consorzio di Cooperative Sociali “Jobel”, Santo Vazzano.

«Nonostante le difficoltà riscontrate a causa della pandemia siamo riusciti ad allestire una programmazione ricca e di alto profilo – ha dichiarato -, ci siamo dovuti scontrare sul fatto di allestire una stagione concertistica internazionale. Sono state registrate diverse problematiche nel permettere la partecipazione di diversi artisti internazionali. Solamente in questi giorni abbiamo ricevuto il via libera e per questo, in breve tempo, abbiamo confermato gli artisti che hanno dimostrato maggiore disponibilità. Essenzialmente abbiamo dovuto effettuare un lavoro in prospettiva, un lavoro fatto al buio e senza certezze sul futuro. Ora abbiamo potuto ufficializzare il calendario che risulta ricco e di elevato valore».

Il Museo e Giardini di Pitagora potrà tornare ad essere la Casa delle arti, della musica e della cultura, un punto di riferimento così come successo in passato.

«La speranza è quella di svolgere gli eventi in calendario e proseguire, si spera, anche durante l’inverno Covid permettendo – ha concluso – noi ci stiamo mettendo il massimo impegno per permettere ai visitatori di potere ritornare ad apprezzare la musica della Stagione Concertistica». Un messaggio è poi rivolto a tutti i cittadini e appassionati. «Stiamo lavorando per garantire il giusto distanziamento e rispettare le normative di legge, ci saranno circa 70 posti interni disponibili per ogni evento, una capienza ridotta appositamente per evitare contatti ravvicinati. Per questo l’accesso avverrà come in passato attraverso la prenotazione. Invito i cittadini a partecipare e a seguirci durante la stagione estiva».

L.V.