Crotone, FLAI CGIL: Richiesti interventi per salvaguardare il settore della pesca

Crotone, FLAI CGIL: Richiesti interventi per salvaguardare il settore della pesca

Riceviamo e pubblichiamo – Che viviamo su una polveriera pronta a saltare da un momento all’altro è noto a tutti oramai, le condizioni di povertà sono talmente aumentate che le nostre sedi sindacali sono un continuo andirivieni di cittadini che chiedono quasi esclusivamente, la possibilità di avanzare richieste a comune, regione o governo, di aiuti economici per sollevare la loro condizione e quella della propria famiglia. Ed è su questo tipo di attività che i nostri uffici di patronato e di assistenza fiscale sono sommersi ad elaborare da più di un anno a questa parte.

Ci sembra pertanto alquanto increscioso riscontrare che in una situazione si fatta le amministrazioni pubbliche continuino a non rispondere celermente ai bisogni di cittadini che attendono con estrema urgenza un ristoro che dovrebbe sopperire al mancato incasso per il mancato o ridotto lavoro. Ci riferiamo in particolar modo ai lavoratori del mondo della pesca che attendono, oramai da più di due mesi dalla chiusura del bando, ristori regionali destinati al loro mancato incasso a causa della pandemia.

È unitile ribadire, come facciamo oramai da anni, che il settore è gravemente penalizzato da una normativa europea e nazionale talmente restrittiva per vincoli di vario genere, che gli impedisce di potersi mantenere come intero sistema economico locale e che pertanto rischia di scomparire. È per questo, quindi, che chiediamo all’assessore Gallo di intervenire oggi stesso perché i ristori, così come annunciato su tutti i canali social, possano arrivare presto a chi li aspetta con grande urgenza.

FLAI CGIL AREA VASTA CZ-KR-VV Stefania Taverniti – Battista Platì