Crotone, gli ipovedenti presi per mano da “Gli amici di Omero”

Crotone, gli ipovedenti presi per mano da “Gli amici di Omero”

Crotone – Si è tenuta nei giorni scorsi, presso la Sala consiliare del Comune di Crotone, la conferenza stampa di presentazione ufficiale dell’Associazione sportiva dilettantistica e di promozione sociale “Amici di Omero”, che si rivolge prevalentemente, ma no solo, ai portatori di disabilità visive e non.

Erano presenti per l’occasione, il sindaco della Città, Vincenzo Voce, gli assessori Filly Pollinzi e Luca Bossi, il delegato provinciale Coni Francesca Pellegrino, il presidente della Lega navale italiana-sezione di Crotone Gianni Liotti, il delegato regionale della società sportiva Libertas Giuseppe Ferdinando Calendini, il Garante comunale per le persone con disabilità, l’avvocato Antonio Clausi.

L’iniziativa ha rappresentato la prima uscita pubblica di “Amici di Omero” dalla sua costituzione avvenuta qualche mese fa e ha trovato sin da subito una pronta disponibilità dell’amministrazione comunale, sensibile ai temi dell’inclusione sociale e attenta a quelle che sono le sollecitazioni che potranno venire da associazioni come questa. Questo hanno rimarcato ampiamente il sindaco Voce e gli Assessori allo Sport Bossi e Politiche sociali Pollinzi nei loro interventi, anche introducendo a quelle che sono le possibilità di rendere più vivibile la città anche a chi è affetto da disabilità grazie alle vaste aree di intervento che il Pnrr oggi prevede ed offre. Inclusione sociale, cultura e promozione del turismo per i più fragili e per i meno fortunati sono stati al centro degli interventi degli ospiti e, soprattutto, lo sport ha rappresentato e rappresenta lo strumento principale per tentare di abbattere tutte quelle barriere fisiche e psicologiche e modellare realmente una città e un territorio a grandezza d’uomo.

L’associazione Amici di Omero porta con sé un importante bagaglio di esperienze umane, professionali e associative dei propri soci, come hanno riferito nei propri interventi il presidente Luigi Palmieri e la vicepresidente Francesca Pugliese, ma occorre fare rete per poter scardinare quei pregiudizi che spesso e volentieri, ancora oggi, caratterizzano ampie fasce sociali di queste nostre realtà. Quello che è stato possibile fin qui, grazie al sostegno di chi è voluto essere presente quest’oggi, – è stato detto – è la testimonianza concreta che è possibile lavorare insieme per il bene comune ed è possibile, soprattutto, cogliere i frutti di questo lavoro sinergico.

Nel corso dell’incontro sono stati rivolti inoltre particolari ringraziamenti anche a chi non è potuto essere stato presente, primo fra tutti la Confcommercio Calabria centrale e al direttore dott. John John Ferrarelli, dalle cui esperienze passate (ad esempio l’iniziativa cittadina di “Vivicittà”) Amici di Omero ha trovato lo spunto per rendere concrete le aspirazioni dei soci fondatori, quindi al delegato provinciale del Comitato Italiano Paralimpico, Venturino Pugliese, i cui saluti sono stati portati dal Garante per le persone disabili.
“”Buon vento”, come si usa nel gergo marinaresco, è stato l’augurio rivolto agli Amici di Omero da tutti i presenti.