Crotone, gli studenti incontrano il sindaco: “Scuole aperte, monitorerò i contagi”

Crotone, gli studenti incontrano il sindaco: “Scuole aperte, monitorerò i contagi”

Crotone – I casi di Covid-19 aumentano nella nostra provincia mentre i comuni capoluogo di provincia, diversamente da altri comuni calabresi, non hanno tenuto le scuole chiuse preferendo per alcuni giorni la didattica a distanza. E’ questa, in sintesi, la motivazione che hanno spinto sabato scorso i rappresentanti degli studenti degli istituti superiori crotonesi a voler interloquire il primo cittadino sulla scelta di riaprire normalmente e in presenza le scuole con un alto tasso di contagio, appunto, da Coronavirus nella nostra provincia.

Poi la richiesta, tramite email, di poter parlare con il sindaco Voce, lunedì mattina, giorno della protesta di non rientro a scuola. L’incontro è avvenuto questa mattina presso il palazzo dell’ente comunale, con i rappresentanti, il titolare del palazzo di Piazza della Resistenza e l’assessore all’istruzione Rachele Via.

“Le scuole rimangono aperte”, ha dichiarato il sindaco e”La scuola è un luogo sicuro“, ha continuato Voce parlando agli studenti, i quali hanno replicato che gli istituti oggi non sono affatto sicuri per la carenza di aule, o per le  classi molto piccole.

Poi, ha concluso il primo cittadino, monitorerà la condizione della percentuale dei nuovi casi nelle scuole, con l’invito ad entrare e rivedersi tra tre giorni per fare il punto sulla situazione epidemiologica.  “La nostra intenzione era  di non entrare tutti quanti per i contagi che aumentano in città e in provincia – ci ha detto uno dei rappresentanti –  ma ormai in questi tre giorni valuteremo se entrare, ed incontreremo a breve tra qualche giorno il sindaco per un altro confronto“.

Danilo Ruberto