Crotone: i Comuni, la Provincia e Arpacal dichiarano guerra al Cic

Crotone: i Comuni, la Provincia e Arpacal dichiarano guerra al Cic

Crotone – Un incontro svolto stamane presso il palazzo Provinciale tra il presidente dell’ente intermedio Simone Saporito, il primo cittadino crotonese Vincenzo Voce, il sindaco di Isola di Capo Rizzuto Maria Grazia Vittimberga e Arpacal.

Un incontro, il primo di una serie, dove si è avviato un procedimento amministrativo volto all’individuazione del soggetto responsabile dell’inquinamento: il Cic  (Conglomerato idraulico catalizzato) deve essere rimosso, e dopo l’individuazione del soggetto che ha abbancato il rifiuto, vi saranno azioni da mettere in campo, ci ha detto il presidente Saporito, per la sua rimozione: «Non si può pensare ad una messa in sicurezza continua e perpetua».


«Ho sollecitato la provincia ad un primo incontro per questa questione – ha aggiunto il sindaco Voce sono in corso la bonifica della Scuola San Francesco, degli alloggi Aterp e dell’Istituto Tecnico Lucifero in merito proprio al Cic. Bonifica che dovrebbero essere fatto in danno: bisogna identificare il soggetto responsabile. Ma su questo materiale si conosce tutto».

Danilo Ruberto