Crotone, i Vigili del Fuoco lavorano in condizioni precarie nel distaccamento dell’aeroporto

Crotone, i Vigili del Fuoco lavorano in condizioni precarie nel distaccamento dell’aeroporto

Crotone – Si trovano lì da stamattina nel piazzale antistante l’aeroporto Sant’Anna di Crotone le sigle sindacali del corpo dei Vigili del Fuoco di Crotone per sensibilizzare Sacal alle problematiche del Distaccamento Aeroportuale del Comando dei Vigili del fuoco.

Sono situazioni precarie in cui il Corpo lavora nella fatiscente sede in cui vi sono condizioni igienico sanitarie non consone per chi deve lavorare. Circostanze che si protraggono da ormai due anni e che “negli ultimi cinque mesi sono peggiorate“, ci è stato detto stamane. Presenti, dunque, Cisl, Cgil, Uil, Conapo e Confsal per la situazione in cui versa lo scalo aeroportuale dove viene garantito dagli uomini dei Vigili del Fuoco il servizio antincendio con personale e mezzi. “Veniamo a lavorare in una condizione non consona al quotidiano“.

Sono state chieste risposte immediate poichè vi sono lavoratori  collocati in una caserma fatiscente con “la fogna arrivata al limite, e non si può sopportare questo stato di cose nei turni effettuati“, è stato aggiunto. “Non vogliamo essere il problema all’interno di un aeroporto che già ha problemi, noi siamo in genere coloro che i problemi li risolvono”.

Nel sit in è stato richiesto inoltre un sopralluogo  dal dipartimento prevenzione  per appurare con i propri occhi i problemi del distaccamento della Caserma.  L’appello è rivolto ai parlamentari di Crotone: “La manutenzione straordinaria e ordinaria spetta a Sacal, oggi ci ritroviamo in una struttura che fa acqua da tutte le parti, con l’impianto fognario che gocciola all’interno della mensa e della cucina“.