Crotone, il campo di Tufolo tornerà a vivere

Crotone, il campo di Tufolo tornerà a vivere

Un milione di euro, con i fondi del Pnrr, per riqualificare l’area

Lo storico campo di Tufolo, nel cuore di generazioni di calciatori crotonesi, ritornerà a vivere. Grazie ai fondi ottenuti con il Pnrr il Comune avrà a disposizione un milione di euro per il recupero dell’area. L’intervento consisterà nella riqualificazione e rigenerazione del campo da calcio presente, allo stato attuale in terra battuta, in un campo da calcio in erba sintetica di nuova generazione; nella riqualificazione degli spogliatoi esistenti; nella realizzazione di un campo polivalente in terreno sintetico da destinare a Basket /pallavolo; nella riqualificazione dell’area esterna con pavimentazione bituminosa per le aree parcheggio e betonelle per le aree esterne.

Il campo da calcio verrà utilizzato per attività agonistica a livello locale ed è dimensionato per consentire la pratica dell’attività calcistica per gare organizzate dai comitati della LND fino alla categoria interregionale; le sue dimensioni di gioco sono mt 96,00 x 57,60, con fasce per il campo per destinazione di larghezza varia oltre mt 2,50. Tale dimensionamento consentirà lo svolgimento della pratica sportiva in condizioni di sicurezza. Il campo polisportivo da basket/pallavolo verrà utilizzato per attività non agonistica ed avrà dimensioni pari a mt 32,00 x 19,00. Al suo interno verranno tracciate le segnature regolamentari per un campo da basket ed uno da pallavolo. Gli spogliatoi saranno posizionati sul lato corto del campo. Il campo di calcio a 11 sarà realizzato in erba artificiale di ultima generazione, per il campo polivalente è prevista l’applicazione di materiale sintetico, entrambi conformi a quanto previsto dalle indicazioni delle FSN e dei criteri di scelta delle norme CONI.

«Grazie al lavoro svolto dal team del PNRR – dichiara l’assessore comunale allo Sport e al Pnrr – la città si riappropria di una struttura storica destinata ad essere abbandonata e dimenticata. Orgoglioso di restituirla agli sportivi, solleciteremo il ministero per la firma immediata della convenzione per avviare quanto prima l’intervento». C’è poi un altro progetto ammesso a finanziamento con riserva per un importo di 1 milione e 500 mila euro e riguarda la nuova realizzazione di un impianto polivalente indoor da destinare alla pratica di diverse discipline tra cui la Ginnastica. Ad oggi, per il PNRR, risultano 17 su 19 i progetti finanziati (gli altri 2 sono comunque idonei) per un totale di circa 27 milioni di euro. «L’intento – aggiunge Bossi – è quello di completare l’offerta sul territorio di strutture sportive per la pratica di tutte le discipline».