Crotone, Il Consorzio ha il titolo giuridico per gestire il PalaMilone, ora però c’è un nuovo procedimento del Commissario

Crotone, Il Consorzio ha il titolo giuridico per gestire il PalaMilone, ora però c’è un nuovo procedimento del Commissario

«Questo pericolo è stato fugato, il Tar ha evidenziato come l’autorizzazione in forza delle quali queste società gestivano e hanno gestito il PalaMilone con risultato così pregievoli in questi anni, è un titolo giuridico idoneo e valido» sono le parole pronunciate dall’avvocato Fabrizio Meo dopo la sentenza del Tar che, di fatto, ha annullato il provvedimento che fu notificato come “Esecuzione deliberazione commissariale n. 11 del 10.01.2020 e restituzione del PalaMilone”. A seguito della sentenza emessa dal presidente del Tribunale Amministrativo Nicola Durante, oggi, 21 febbraio 2020, il Commissario Prefettizio Tiziana Costantino ha avviato un procedimento attraverso il quale revoca l’autorizzazione del 2012.

Autorizzazione grazie alle quale, dalla Giunta Vallone (2012), il Consorzio Momenti di Gloria ha gestito la struttura pubblica. Il PalaMilone dovrebbe essere gestito dalla società Akrea, secondo quanto sostenuto dal prefetto Costantino. «Il Consorzio Momenti di Gloria non è stato ritenuto abusivo dal Tribunale Amministrativo – ha precisato l’avvocato Antonello Irtusoil Tar ha acclarato che esiste un titolo giuridico in forza del quale il Consorzio deteneva quindi lo stabile. Questo è un punto fermo che smentisce delle illazioni».

«In qualità di presidente del Consorzio il messo del comune mi ha dato un atto di procedimento in corso – ha detto Giancarlo Satiroil palazzetto ha un respiro fino al 22 marzo, stiamo valutando con i nostri avvocati cosa fare. Il palazzetto in questi anni è stato sorvegliato, gestito e fatto funzionare in modo gratuito».