Crotone, il liceo Filolao «punta sull’innovazione a 360°»

E’ il liceo Scientifico Filolao la scuola crotonese che meglio prepara i ragazzi agli studi universitari o al lavoro dopo il diploma. Seguono l’istituto di Strongoli e il Raffaele Lombardi Satriani di Petilia Policastro. Tra i liceo classici spiccano invece il Pitagora e il Diodato Borrelli di Santa Severina. Sono alcuni dei dati della nuova edizione 2022 di Eduscopio.it della Fondazione Agnelli che riguardano la nostra provincia.

Per la nuova edizione di Eduscopio, il gruppo di lavoro della Fondazione Agnelli, coordinato da Martino Bernardi, ha analizzato i dati di 1.289.000 diplomati italiani di 7.700 scuole in tre successivi anni scolastici (2016/2017, 2017/2018, 2018-2019).

I dati di Eduscopopio possono essere davvero utili per le scelte educative di tutte le famiglie, in particolare di quelle che hanno minori risorse e reti sociali meno sviluppate. Ma oltre a dare informazioni a studenti e famiglie, Eduscopio ci aiuta a capire altri fenomeni importanti. I

n questa edizione sono venuti fuori gli effetti del covid. Per quanto riguarda la sezione Università, sembra che a livello generale il Covid non abbia mutato i criteri di valutazione delle università italiane e dei loro corsi di laurea.

Anzi, il fatto che per molti mesi gli esami siano stati fatti online, sembra avere portato a un maggiore uniformità di valutazione. Diverso è, invece, il discorso per la sezione Lavoro, che riguarda gli istituti tecnici (economici e tecnologici) e professionali (servizi e industria/artigianato), i cui diplomati in prevalenza cercano subito occupazione dopo la maturità.

In questo caso l’indice di occupazione misurato da Eduscopio 2022 (definito come la percentuale di occupati che hanno lavorato almeno 6 mesi entro i primi due anni dal diploma, calcolata su quanti non si sono immatricolati all’università) per i diplomati nel giugno 2019 (cioè, l’ultima delle tre coorti di diplomati presenti in questa edizione) prende in considerazione il periodo che arriva fino a settembre 2021. Ci sono, dunque, circa 18 mesi di “effetto Covid”.

Soddisfatta del risultato raggiunto la neo dirigente del liceo Filolao di Crotone, Maria R. Iaccarino: «Sicuramente il liceo si basa su una tradizione quarantennale e nel corso del tempo ha avuto una serie di evoluzioni che hanno seguito l’evolversi dell’economia e degli interessi che in questi decenni si sono sviluppati».

Un istituto storico insomma che ha imparato a guardare al futuro: «I punti di forza del nostro liceo – continua la dirigente – sono sicuramente le competenze digitali, le innovazioni metodologiche a cui tutta la comunità educante cerca di rispondere». Il valore aggiunto è poi sicuramente una comunità studentesca variegata, proveniente da esperienze diverse e anche da luoghi diversi e poi le opportunità per gli studenti.

«Andiamo fieri della curvatura biomedica – aggiunge la Iaccarino – riconosciuta dal Miur e che è stata riconfermata. Stiamo puntando sull’innovazione a 360°, dal prossimo anno avremo la curvatura Liceo della Scienze dei dati e dell’intelligenza artificiale, per quanto riguarda il Liceo Scienze Applicate; mentre per il tradizionale avremo la curvatura Cambridge certification per potenziare la lingua inglese».