Crotone, “Il mare degli dei” inaugura la tappa del Giro d’Italia a Vela

Crotone, “Il mare degli dei” inaugura la tappa del Giro d’Italia a Vela

E’ stata inaugurata, ieri sera, con la suggestiva cerimonia “Il Mare degli Dei” a cura dell’Associazione Internazionale Le Krotoniadi e l’Associazione Teatro Danza Olimpia, la tappa crotonese del Giro d’Italia a Vela – Nastro Rosa Tour.

L’iniziativa organizzata dalla Marina Militare, sostenuta dalla Regione Calabria, dal Comune di Crotone, dalla Provincia di Crotone e dalla Lega Navale sezione di Crotone approda a Crotone dopo la tappa di Formia.

Ospitato dalla Lega Navale il “Villaggio Rosa” già da questa mattina prevede una serie di eventi non solo sportivi tra cui l’Open Day FIV – a cura della Federazione Italiana Vela dedicato ai giovani, eventi sportivi in mare con le categorie Inshore e Boards.

Nel pomeriggio alle ore 18.00 la Camminata consapevole alla scoperta delle origini della Città di Crotone: dalla Lega Navale alle antiche mura fino al Centro storico (a cura di Asd Passi Consapevoli) e la Visita guidata mostra Ambiente, clima futuro a cura Gruppo Fotoamatori Crotone presso Lega Navale Visita all’esposizione di lavori realizzati con materiale di recupero sulle spiagge- Progetto Difendiamo il Mare (con Arpacal, Capitaneria di Porto e AMNI di Crotone) presso l’Associazione Marinai d’Italia.

Alle 20.00 il concerto dei The Blooms e l’aperitf Sunset – The Ocean Race oltre al fritto in coppo a cura del Flag Borghi Marinari dello Ionio.

A seguire le fasi di allestimento del villaggio, ieri sera, l’assessore al Turismo Maria Bruni e l’assessore allo Sport Luca Bossi.

Particolarmente apprezzato dal numeroso pubblico che ha partecipato all’inaugurazione del villaggio la perfomance “Il Mare degli Dei” a cura dell’Associazione Internazionale Le Krotoniadi e l’Associazione Teatro Danza Olimpia

Sono stati riproposti i riti delle ninfe marine del Mediterraneo: ogni ambiente acquatico è sacro e le ninfe che popolano questi luoghi sono giovani ambite e temute. I greci le legarono alle acque del mare, delle fonti,sorgenti, fiumi. I marinai invocavano i nomi di ogni singola figlia di Nereo per chiedere protezione durante i viaggi.

Uno spettacolo suggestivo ed applaudito che è stato il miglior viatico per questa tre giorni di sport e turismo.