Crotone, il profumo di rose avvolge la Chiesa di Santa Rita nel giorno della festa

Crotone, il profumo di rose avvolge la Chiesa di Santa Rita nel giorno della festa

Crotone – Un profumo di rose ha avvolto questa mattina la parrocchia crotonese che porta il nome di Rita da Cascia, la santa degli impossibili. Una comunità in festa per la sua santa protettrice, con le rose ai piedi della statua posta nella navata centrale e le preghiere di chi si affida alla sua protezione.

Una messa partecipata, presieduta dall’Arcivescovo di Crotone-Santa Severina Angelo Panzetta, proprio lì “a casa sua“, come ha ricordato il parroco don Tommaso Mazzei. Poi alcune bambini presenti, vestite con il manto di Santa Rita, accompagnate dai genitori, e il Sacramento della  Cresima per gli adulti durante la celebrazione eucaristica.

Ricordati alcuni tratti della vita della Santa, come il profumo particolare che emanava dalla fronte, punta dalla spina di una rosa, che le provocava dolore: «Se guardiamo la sua vita ci rendiamo conto che Santa Rita è stata capace di trasformare gli eventi drammatici  in occasioni di crescita e discernimento   – ha detto il presule  – il grande messaggio di Rita è la possibilità di sintonizzarsi alla volontà di Dio anche nei momenti difficili della propria vita. San Paolo dice che i cristiani devono spandere il buon profumo di Cristo, e penso che il segno del profumo delle rose richiami proprio questo, una vita profumata di Vangelo, come Rita ha vissuto».

Un coro inter parrocchiale, come vedete nella nostra diretta, ha accompagnato la celebrazione dove, al termine, si è svolta la tradizionale benedizione delle rose: «Viviamo in continuazione questa preparazione che da qualche anno è stata contraddistinta nelle case, nei cortili – sono le parole del parroco don Tommasoanche lì si sta realizzando un piccolo cammino perchè il prossimo anno vorremmo realizzare una preghiera con le famiglie. La preghiera tra le case ci ha accompagnati nel periodo difficile del Covid».  Prima delle benedizione delle rose, la supplica alla santa, letta dall’Arcivescovo.