Crotone, il resoconto della Questura nell’ultima settimana di agosto: coltelli e piromani

Crotone, il resoconto della Questura nell’ultima settimana di agosto: coltelli e piromani

Crotone – Nel corso di questa settimana, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio e del “Piano di Azione Nazionale e Transnazionale – Focus ‘ndrangheta” la Questura di Crotone comunica i seguenti risultati:

tratta in arresto nr. 01 persona;
deferite all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà nr. 05 persone;
segnalate all’Autorità Amministrativa, in quanto assuntori di sostanze stupefacenti, nr. 01 persone;
controllati nr. 43 soggetti sottoposti a misure di sicurezza;
identificate nr. 612 persone;
controllati nr. 243 veicoli (anche con sistema Mercurio);
effettuati numerosi posti di controllo;
elevate nr. 14 sanzioni per violazioni al Codice della Strada;
effettuati nr. 06 fermi/sequestri amministrativi e/o penali;
effettuate nr. 21 perquisizioni;
effettuati nr. 06 accompagnamenti presso questi Uffici per identificazione;
effettuati nr. 05 controlli amministrativi e, contestualmente elevate nr. 02 sanzioni amministrative.

Nella serata di sabato 22 agosto il personale della Squadra Volanti ha deferito in stato di libertà, per il reato di porto di armi od oggetti atti ad offendere un crotonese classe 1980. Nella fattispecie, a seguito di un controllo, questa persona è stata trovata in possesso di un coltello della lunghezza complessiva di cm 19 con lama di 10 cm e un taglierino con lunghezza complessiva di 16 e lama di  7, il tutto debitamente sequestrato.

Nel pomeriggio del 23 agosto il personale della Squadra Volanti ha deferito in stato di libertà per il reato di “incendio doloso”, un crotonese classe 1959. Nella fattispecie, questa persona è stata sorpresa ad appiccare il fuoco, in una vasta area, a delle sterpaglie.

Nella mattinata di lunedì 24 agosto, invece, il personale della Divisione P.A.S.I – Squadra Amministrativa, unitamente al personale dell’Ufficio di Gabinetto, nell’ambito dei servizi “Focus ‘ndrangheta – piano d’azione nazionale e transnazionale”, ha effettuato controlli amministrativi a Crotone. Presso una delle attività controllate (bar – ristorante), gli operanti procedevano all’identificazione di cinque dipendenti.

Al termine degli accertamenti di competenza, vi sono state prescrizioni di carattere igienico sanitario con richiesta al titolare di ulteriore documentazione sanitaria  per aver riscontrato scarsa pulizia all’interno del locale cucina.

Al termine del controllo, è stata emessa una sanzione di quattrocento euro, poiché, all’interno del locale cucina il personale dipendente non faceva uso di mascherine o altre protezioni idonee a proteggere le vie respiratorie, anche nelle circostanze in cui la distanza interpersonale non poteva essere rispettata.

Nella giornata di martedì 25 agosto il  personale dell’U.P.G.S.P. ha proceduto alla notifica dell’ordinanza di sostituzione della misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa con la misura degli arresti domiciliari a carico di un cittadino, classe 1982, emessa il 25 agosto dal Tribunale di Crotone. Terminate le formalità di rito, lo stesso è stata accompagnato presso la propria abitazione dove è stato poi sottoposto agli arresti domiciliari.

Nella giornata di giovedì 27 agosto il personale della Squadra Volanti ha deferito in stato di libertà una persona nata a Siracusa classe 1986, per il reato di “guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti” e, contestualmente, segnalato al Prefetto in quanto assuntore di sostanze stupefacenti, poiché trovato in possesso di gr. 4,25 di sostanza stupefacente di “hashish” e gr. 0,88 di “cocaina”, il tutto debitamente sequestrato.