Crotone, il sindaco: «Non è tollerabile non avere la Medicina Nucleare. L’ospedale ridotto ad un pronto soccorso»

Crotone, il sindaco: «Non è tollerabile non avere la Medicina Nucleare. L’ospedale ridotto ad un pronto soccorso»

Crotone – Questa mattina, durante gli intervenuti tenuti dai sindaci della provincia di Crotone durante la visita presso l’ente provinciale da parte del presidente del Consiglio Regionale Filippo Mancuso (leggi qui),  è intervenuto il sindaco del comune capoluogo in merito ai diversi temi posti da Sergio Ferrari, presidente dell’ente intermedio, a Mancuso:

«Oggi un segnale importante avere qui il presidente del consiglio – ha dichiarato Vincenzo Voce –  La vicenda dei rifiuti mi preme perché ci sta a cuore, abbiamo vissuto momenti drammatici la scorsa estate, momenti che ci auguriamo di non dover rivivere. La Regione deve programmare da subito cosa fare con i rifiuti perché arriveremo che in estate non sapremo dove portarli, l’ente quindi a mio avviso deve fare una gara unica per i comuni calabresi in difficoltà».

Poi sulla sanità ha aggiunto: «La questione sanità non si risolve con la bacchetta magica, ho visto la volontà del presidente Occhiuto nel voler  affrontare i temi fondamentali, ma il territorio di Crotone ha bisogno di un’inversione di tendenza. La nostra città, infatti, si è vista depotenziare l’Ospedale ridotto ad un semplice pronto soccorso. Non è tollerabile non avere la Medicina Nucleare, dove si trova la scusa di ristrutturazione per chiudere i reparti. Già era difficile fare una visita, figuriamoci recarsi a Catanzaro per  una risonanza magnetica, quindi prego a chi siede ai tavoli della Regione un’inversione di tendenza».