Crotone, il vescovo Panzetta: «Nessun pellegrinaggio, di nessun tipo. A nome della salute di tutti»

Crotone, il vescovo Panzetta: «Nessun pellegrinaggio, di nessun tipo. A nome della salute di tutti»

Crotone – Un incontro sempre antico e sempre nuovo con la Madonna di Capo Colonna. Nuovo nell’accezione moderna, diverso per il secondo anno, invece, per la pandemia da Covid-19.  Era il 2020, a marzo, quando il lockdown ci teneva chiusi in casa e lontani dai nostri affetti, dal nostro lavoro, dalle nostre certezze, e dal fare comunità. Erano la metà di marzo quando il titolare dell’Arcidiocesi di Crotone-Santa Severina Angelo Panzetta celebrava ogni sera alle 18,00 sui canali social della diocesi crotonese e in diretta Tv, offrendo parole di conforto e la vicinanza verso i crotonesi. Al suo primo anno pastorale.

Poi la discesa del quadro a porte chiuse, come quest’anno, e la processione notturna con in braccio il quadricello della Madonna di Capo Colonna verso il santuario lacinio, nella notte del pellegrinaggio. Anche quest’anno non si svolgerà il rituale così antico verso Capo Colonna, per via delle norme anti – covid. E il vescovo Angelo Panzetta, rispondendo alle nostre domande, ci ha detto che non ripeterà la processione notturna da solo come lo scorso anno:  «Noi non abbiamo organizzato nessun pellegrinaggio di nessun tipo – ci ha detto – abbiamo timore che a motivo di quanto succede possiamo ritrovarci a Capo Colonna un fiume di gente, ed è pericoloso. Io credo che la Madonna non voglia che rischiamo la nostra salute».

Il Vescovo Panzetta, domenica prossima, ovvero terza domenica di maggio, si recherà da solo a Capo Colonna in macchina per poter celebrare di buon mattino la Santa Messa nel Santuario. Dunque non si ripeterà quanto successo lo scorso anno: «Non c’è da noi organizzato nessun pellegrinaggio, per tanto così facendo vogliamo offrire un sacrificio che ha una valenza anche educativa. Quando è in gioco la vita bisogna assumere le posizione più sicure, e oggi questa posizione significa rinunciare alla forma del pellegrinaggio a nome della salute di tutti».

Danilo Ruberto

Crotone, «Nessun virus può togliere questo nostro amore verso la Madonna di Capo Colonna»