Crotone, Italia Nostra chiede una convezione scritta per curare e rendere fruibile l’ex Orto Candela

Crotone, Italia Nostra chiede una convezione scritta per curare e rendere fruibile l’ex Orto Candela

Crotone – L’intenzione da parte di Italia Nostra sezione di Crotone è sensibilizzare la cittadinanza sul progetto che porta avanti da anni grazie ai suoi volontari, sanando l’ex Orto Candela, il giardino Orto Botanico ai piedi del Castello Carlo V, curandone la  vegetazione e restituendo uno spazio ai cittadini: «È una realtà discesa Castello, basta andare a vedere – ha dichiarato Teresa Liguori  presidente di Italia Nostra sezione di Crotone, in un seminario svolto sabato pomeriggio presso il Museo di Pitagora – nell’ex Orto Candela, prima area di degrado,  e che ora è riqualificata, restituita alla  fruizione dei cittadini , però questa fruizione non può essere totale perchè non si può aprire un’area che è stata affidata in gestione  unicamente verbale senza alcuna documentazione scritta all’Associazione Italiana Nostra. Quindi noi chiediamo al Commissario Prefettizio, perchè l’amministrazione precedente non ha fatto in tempo, a voler firmare una convenzione scritta  in modo di poter aprire questo spazio verde, questo orto botonico , di 4.300 metri quadri, vicino il Castello di Carlo V, castello fortezza vicino un’area molto antica e molto bella».

Accordi per l’apertura e chiusura per il giardino Orto Botanico: «La gestione sarebbe affidata ai volontari di Italia Nostra che sono assicurati dall’associazione stessa  – ha continuato la presidente Liguori –  quindi ci sarebbero gli orari, e si potrà visitare questo orto botanico ex Orto Candela. La manutenzione sarà affidata ai soci di Italia Nostra. Naturalmente rispetto le specie vegetali che ci sono, le piante medicinali e officinali c’è una parte dedicata agli alberi da frutto, ci sono varie specie di corbezzoli. Si possono varie attività di educazione ambientale per le scolaresche, mentre per gli adulti potrebbe essere un momento di relax».