Crotone, la bellezza esiste negli occhi di chi osserva e apprezza

Crotone, la bellezza esiste negli occhi di chi osserva e apprezza

La bellezza esiste non solo negli occhi di chi la guarda, ma anche di chi la produce, la desidera, la regala ai nostri occhi. Sono apparse nelle ultime due settimane, nella nostra città, alcune immagini apposte sui muri più deturpati da scritte inutili e la cui bellezza di queste immagini sovrasta le scritte stesse. Nelle vie centrali, nei luoghi che frequentiamo assiduamente abbiamo alzato gli occhi per chiederci la beltà del colore, la poesia del disegno, la curiosità del messaggio.

Piccoli gesti per riscoprire il gusto del bello, del decoro, della comunità e del senso civico. Ognuno può fare dunque la sua parte, abbellendo la città, sentendola nostra. Per abitare meglio i nostri luoghi, sentirci chiamati in causa come comunità e sapendola presentare a chi, d’estate, o in altre stagioni, ritorna nella nostra città o viene a visitarla per la prima volta, affacciandosi sul mare o gustando la possibilità di una passeggiata tra luoghi che vivono tramite la bellezza. Una bambina riversa su di un libro è il primo disegno che Frog ha voluto apporre su di un muro di via Raimondi, una via centrale che porta verso la Cattedrale.

Un muro da anni oggetto di scritte e ricoperto dal primo disegno di Frog apparso in città. Non è apparsa inosservata la bambina china su se stessa che rifugge nella lettura con un dito sui fogli e gli occhi puntati su di noi. Chissà quale libro stesse leggendo, o quale invito ci ha offerto, di riflettere, meditare, leggere e sapersi porre agli altri. O forse era un libro di poesie, o un manuale d’arte, così come la Venere apparsa in Lea Garofalo. Bella e di fascino eterno, così come la volle consegnare all’umanità Botticelli, e così come Frog ne ha disegnata una propria per abbellire la nostra città.

I portici hanno accolto la Madonna che segue un’indicazione del suo figlio il Cristo, mentre l’indimenticato Bud Spencer sorride su di un muro di via Nuova Poggioreale. Un attore che ha fatto visita alla nostra città per girarvi un film. E anche un altro personaggio dei film è apparso per mano di Frog, questa volta su di una parete del palazzo comunale. Si tratta di Charlie Chaplin, il regista ed attore che attraverso dei nuovi canoni ha raccontato al mondo tramite i suoi film l’allegria, il sorriso, la spensieratezza ma anche la bellezza attraverso la semplicità di alcuni gesti e di prossimità verso chi ci sta accanto. Abbiamo osservato anche il personaggio sulle pareti di Video Calabria.

Un personaggio di fine ottocento o forse inizi novecento, pronto a guardarci. Sì, le opere di Frog non solo hanno catturato la nostra attenzione, ma hanno colorato i muri della nostra città, del nostro quotidiano. Forse ci vogliono far abitare il bello, e nutrire la speranza che, ogni piccolo gesto, possa aumentare il senso di comunità e di educazione al bello, così come l’invito del vicesindaco Benedetto Proto ad utilizzare muri della città per apporre i disegni di Frog.