Crotone, la cittadinanza si rende attiva per tutelare il Castello e i luoghi delle relazioni

Crotone, la cittadinanza si rende attiva per tutelare il Castello e i luoghi delle relazioni

Dopo i quattro sit in, svolti di sabato, presso Piazza Castello per chiedere di avviare l’iter di bonifica della fortezza Carlo V e la riapertura parziale tramite l’accesso dalla Villa Comunale, i liberi cittadini promotori dell’iniziativa si sono spostati presso l’ingresso di Piazza Mercato, luogo di incontro della gente, per raccogliere le firme.

Venti giorni, dunque, ci ha detto Linda Monte, in cui non sarà solo luogo dove apporre la firma presso il banchetto, ma luogo di incontro e di scambio di idee perchè anche Piazza Mercato deve essere tutelata, e tornare ad essere un luogo di affetti e relazioni.

Siamo qui perchè è  una città attiva e che vuole acquisire un’identità  – ha detto Gaspare da Brescia parlando alla cittadinanza lì presente – la fortezza Carlo V è parte integrante del paesaggio crotonese, quindi la memoria va conservata perchè il corpo del paesaggio deve essere sempre un corpo vivo che trasmette alle generazioni future storia, appartenenza, conoscenza. La raccolta firme serve a sostenere il paesaggio, e anche a stimolare le funzioni pubbliche ad attivarsi, non per la volontà dei singoli ma perchè la Costituzione Italiana impone alle parti più periferiche dell’amministrazione pubblica di conservare il bene, tutelarlo e promuoverlo”.

La Piazza è questa, la strada è questa – aggiunge Linda Monteaccogliamo tutti, incontriamo tutti, anche gli stranieri se passano. Bisogna incentivare le presenze umane e stabilire le relazioni autentiche ed affettuose  nei confronti della città paesaggio, dei luoghi storici. La piazzetta del Mercato rischia di diventare un parcheggio: la speranza è che si riscopra lo spirito di appartenenza e quindi di difesa dei luoghi che hanno visto i nostri antenati per ritrovare una speranza“. Puoi vedere la diretta cliccando qui.

Danilo Ruberto