Crotone, la Madonna di Capo Colonna fa visita ai crotonesi a bordo del pick up

Crotone, la Madonna di Capo Colonna fa visita ai crotonesi a bordo del pick up

Crotone – C’erano un po’ di nuvole intorno le 16,50 nell’attesa in Piazza Duomo. L’attesa dell’uscita dal portone della Basilica Cattedrale del Quadricello della Madonna di Capo Colonna, che anche quest’anno, causa pandemia da Covid-19, ha fatto il giro della città a bordo di un pick up per visitare i crotonesi affacciati dai loro balconi.

I fiori lanciati insieme ai bigliettini, l’attesa sui social per carpire l’itinerario realizzato, i quartieri addobbati a festa e le campane di Piazza Duomo che, alle 17,00, hanno sancito l’uscita del Quadricello nelle mani dell’Arcivescovo di Crotone-Santa Severina Angelo Panzetta.

Si è affacciato per un po’ il sole, alla vista di quell’immagine in Piazza  di un ristretto numero di fedeli, causa pandemia, mentre venivano sistemati gli ultimi fiori sull’autovettura. Sul sagrato le figlie di Maria, un numero di donne che dal 2009 rendono omaggio alla Patrona della città prestando servizio come portantine. Quest’anno dei palloncini bianchi e azzurri all’uscita del Quadro, con la scritta W Maria.

Le campane suonano altri rintocchi, quando l’Arcivescovo, uscito dal portone centrale, ha alzato il Quadricello e l’applauso dei presenti al vedere la Madonna di Capo Colonna. Poi, davanti al pick up, don Bernardino Mongelluzzi ha consegnato il Quadricello nella cornice di legno per la partenza, con sopra, a bordo, il fedele portantino Cafarda per la sicurezza del quadro stesso.

L’inizio della preghiera dell’Arcivescovo, mentre don Bernardino ha messo in moto il pick up, e le preci e le speranze di chi ha potuto vedere questo pomeriggio delle ore 17,00 in Piazza Duomo, mentre altri hanno seguito dai social, o chi dai balconi.

La tradizione la vedremo l’anno prossimo” è stato detto in Piazza Duomo, “Per via della pandemia la Madonna si reca verso le abitazioni dei crotonesi, non li può lasciare soli“, ha aggiunto qualcuno. La speranza è che l’evento pandemico possa essere un ricordo, tornando a lanciare i bigliettini nella notte più lunga dei crotonesi, in un pellegrinaggio interminabile dove, tra una banda che ritorna a suonare e il vivere insieme, si torni a rendere omaggio, come da tradizione, alla Vergine del Capo.

Poi un momento di preghiera davanti il cimitero cittadino, come nella grande notte dei crotonesi, e poi la visita della Madonna di Capo Colonna nella nostra quotidianità, entrando nei quartieri e nel nostro vivere di ogni giorno.

Alle 19,05 il Quadricello ha fatto tappa all’ospedale San Giovanni di Dio di Crotone, con una preghiera dell’Arcivescovo “per coloro che sono qui per le cure, per coloro che lavorano“, intonando “Negra Ma Bella“.

Danilo Ruberto