Crotone, la villa comunale diventa un parco letterario

Crotone, la villa comunale diventa un parco letterario

Crotone – Mesi fa, se ricordate, ci fu l’iniziativa dei Green Saturdays, nata da una proposta dei “Krotoniati” per riappropriarsi degli spazi cittadini e curandone il verde. Spazi abbandonati, ridotti all’incuria e al degrado urbano. Poi, con l’iniziativa promossa dunque dal Comune, che ne sposò l’idea, si unirono altre realtà cittadine. Solo i numeri alti di Covid in città fermarono, poi, i sabato ecologici. La prima area interessata dai volontari, con i Krotoniati apri pista, fu proprio la villa comunale di Crotone, la quale riapre al pubblico nel giorno di venerdì 14 maggio, alle ore 17:30. La villa comunale sarà poi fruibile da lunedì a domenica, quindi tutti i giorni, dalle ore 08:00 alle ore 20:00 e sarà gestita, in questa fase, direttamente dal Comune di Crotone nelle more della predisposizione di un bando per la gestione.

Una riapertura preceduta da una partecipata anteprima, nelle scorse settimane, con l’evento “Green Saturdays” che ha visto come protagoniste ben 18 associazioni cittadine. Venerdì l’apertura ufficiale al pubblico con l’inaugurazione di un punto di lettura esterno alla biblioteca civica, nell’ottica della rigenerazione di spazi urbani e dell’attivazione di servizi culturali di promozione della lettura in strada.

Iniziativa che si inserisce nell’ambito del “Progetto Biblioteca Casa di Quartiere”. Un progetto articolato che, in corso d’opera, ha visto ampliare le proposte di collaborazione da parte di quell’associazionismo cittadino che ne ha condiviso e sostenuto le attività. La cittadinanza potrà godere di due panchine artistiche che da semplici elementi di arredo urbano, si trasformano in strumenti celebrativi della letteratura.

Nella villa comunale saranno infatti inaugurate le “Panchine letterarie” e lo scaffale bookcrossing con libri messi a disposizione dalla Biblioteca comunale e da una libreria della città, altro partner del progetto.
I cittadini da venerdì potranno godere del piacere della lettura in un luogo di pregio storico che ha tutte le caratteristiche per divenire “parco letterario”.