Crotone, l’Accademia Target affiliata per la Calabria del Poliestetico di Milano

Crotone, l’Accademia Target affiliata per la Calabria del Poliestetico di Milano

L’accademia Target di Crotone, diventata negli anni un punto di riferimento imprescindibile nel settore del beauty in tutta la Calabria e in altre regioni italiane, aggiunge un altro importante tassello al suo percorso di crescita. Target, in virtù dell’esperienza e dei risultati conseguiti in un settore in crescita esponenziale, è infatti stata scelta come affiliato per la Calabria del Poliestetico di Milano, il primo ateneo della bellezza e della cosmesi nato sul territorio italiano. Una vera e propria accademia di alto livello che si propone di offrire a migliaia di giovani, appassionati del beauty, una concreta opportunità di crescita professionale oltre che personale.

L’accordo è stato siglato a Milano tra la responsabile dell’accademia Target Teresa Gullà e Giannantonio Negretti, presidente di NG Group Universal, fondatore del Poliestetico di Milano, che con la sua famiglia opera da sessant’anni nel settore del beauty e della cosmesi.
L’idea è quella di consentire ai circa 40 mila ragazzi e ragazze che oggi frequentano i centri di formazione professionale di accedere direttamente ad un livello superiore di istruzione, possibilità che oggi in Italia è loro preclusa, livello che potrà essere paragonabile a quello di un liceo o di un corso universitario. Un vero e proprio progetto culturale, dunque, quello del Poliestetico che servirà a guidare i futuri operatori della bellezza non solo in una nuova dimensione professionale, ma garantirà loro un immediato inserimento nel mondo del lavoro grazie anche ai partner coinvolti.Progetto nel quale sono coinvolti a pieno titolo docenti, dirigenti, allievi, professionisti, aziende, istituzioni.

Non a caso del comitato scientifico dell’accademia fanno parte scienziati, professori universitari ed esperti del settore tra i quali spiccano il cosmetologo Umberto Borellini, il dermatologo Alex Gezzi, l’ergonomo posturale Tiziano Pacini, l’architetto Alfredo Bigogno, il naming specialist Maurizio Sangineto e il professor Alessandro Rizzi dell’Università di Milano, uno dei più grandi esperti al mondo di colore e luce.

Il gruppo di ricerca di Poliestetico ha ripensato gli spazi scolastici e della formazione come luoghi di cultura, arte e benessere dove comfort e bellezza diventano esperienza quotidiana per studenti e docenti. Nell’aula teatro, ad esempio, la disposizione di banchi e cattedra ad anfiteatro favorisce il coinvolgimento dell’alunno al processo didattico, le pareti sono rivestite con immagini di opere d’arte per stimolare la creatività, un totem armonico in legno vivo, grazie alle vibrazioni e alla musica, favorisce la concentrazione e la memoria. E ancora nel Poliestetico viene ricreata la realtà di un’impresa, nello specifico di un salone di bellezza, che consenta ai giovani di vivere dal vero il mondo del lavoro, coniugando apprendimento teorico e pratico con la gestione di un’azienda. Esperienza vissuta dagli allievi dell’Accademia Target che nei giorni scorsi hanno partecipato alla formazione tenuta dalla docente Rosa Mascolo del Poliestetico di Milano.