Crotone, l’ospedale ritorni ad essere un Hub: approvato un documento sulla sanità

Crotone, l’ospedale ritorni ad essere un Hub: approvato un documento sulla sanità

Crotone – Un consiglio comunale straordinario ed aperto, celebrato ieri pomeriggio, per discutere della sanità che interessa il nostro territorio. Dalla chiusura  del Reparto Neonatologia di Crotone,  insieme a quello della Medicina Nucleare, il reparto di Emodinamica, e della preannunciata soppressione delle unità di Ortopedia, Medicina, Ostetrica e Pediatria, il consiglio comunale ha approvato un documento, in cui ha chiesto all’unanimità (tranne un voto  di un consigliere di maggioranza), la riapertura della Terapia Intensiva Ospedaliera, la dotazione del territorio di una Pet che risponda alle esigenze della popolazione.

E’ stato chiesto inoltre, nel documento, il potenziamento del reparto di diabetologia, l’unità di diabetologia pediatrica, così come il potenziamento di altre unità affinchè l’ospedale “non sia un poliambulatorio” ma ridiventi un Hub. Inoltre manca una farmacia ospedaliera comunale: il documento è stato votato da 21 consiglieri, con un solo voto contrario.

“Un passato negativo per il nostro territorio, dove in altre province  c’è una Pet e quindi  i cittadini delle altre realtà  riescono a curarsi nel proprio territorio – ha dichiarato la consigliera Fabiola Marrelli – mentre i nostri concittadini sono costretti a curarsi altrove. Quello che chiedo è di prendere carico di questa situazione e di considerare la struttura Marrelli che è già dotata del Pet e quindi nessun sforzo economico da parte del pubblico, e giusto un’autorizzazione delle prestazione, e soddisfare la città di Crotone da un punto di vista avanzata ed evitare che i cittadini debbano andare fuori per curarsi”.

Nell’interlocuzione durante il consiglio, durata quattro ore, è stato chiesto al sindaco, dal consigliere di minoranza Danilo Arcuri, di “essere il sindaco di tutti”, di interloquire anche con la minoranza e i consiglieri tutti, per il bene della città, istituendo inoltre dei consigli straordinari per diverse tematiche, come la bonifica.