Crotone, lunedì non si torna a Scuola: i rappresentanti chiedono di incontrare Voce

Crotone, lunedì non si torna a Scuola: i rappresentanti chiedono di incontrare Voce

Crotone – Non entreranno in classe lunedì mattina gli studenti delle scuole superiori di Crotone, in segno di prevenzione da contagio da Covid-19, in una città in controtendenza rispetto al territorio provinciale stesso che ha posticipato il rientro a scuola.

Rimanendo a casa, leggendo l’invito rivolto agli studenti degli istituti superiori di  Crotone, i rappresentanti d’Istituto hanno inviato un’email al primo cittadino e al Prefetto di Crotone  spiegando le ragioni dell’assenza, dovuta alla mancata chiusura delle scuole in questo momento particolare in cui i numeri dei contagi sono alti. Inoltre, è stata chiesa la possibilità di incontrare il sindaco di Crotone i soli rappresentanti d’Istituto, con le dovute distanze fisiche e i dispositivi di sicurezza.

Così scrivono i rappresentanti degli istituti scolastici:

Noi rappresentanti degli Studenti di tutti gli Istituti Scolastici della Scuole secondarie di II grado sentiamo la necessità di lanciare un appello urgente per la ripresa delle lezioni a distanza anche nella Città di Crotone, come stabilito dai Sindaci di tutti i paesi della provincia. L’obiettivo è quello di prevenire un’eventuale evoluzione negativa della situazione pandemica nel territorio, che ad oggi è molto più grave di quello che sembra, dal momento che non abbiamo dati aggiornati e veritieri visto i continui ritardi nel controllo e nel tracciamento dei positivi. Aggiungiamo, ma è cosa nota, che l’andamento del contagio con la nuova variante del virus colpisce come mai prima le fasce più giovani della popolazione, anche con conseguenze gravi, e che il distanziamento è una misura sulla carta, stanti le reali condizioni delle aule e del trasporto scolastico, considerato che migliaia studenti arrivano da ogni parte della
provincia.

Noi studenti non vogliamo entrare in beghe politiche, ma ci affidiamo al buon senso del primo cittadino, il quale è responsabile in prima persona della tutela della salute e della sicurezza di migliaia di persone. Con la presente richiediamo un incontro diretto e immediato con il primo cittadino.

Questo è invece il messaggio inviato a tutti gli studenti degli istituti superiori di Crotone:

Viste le ultime disposizioni comunicateci dal Sindaco di Crotone in merito alla riapertura delle scuole e il ritorno in presenza, vista  la non indifferente prestazione della curva pandemica epidemiologica e considerato l’incerto numero dei contagi positivi a causa della mancata tracciabilità i rappresentanti degli istituti  crotonesi all’unanimità del rispettivo corpo studentesco propongono una protesta pacifica in merito alla mancata sicurezza degli edifici la quale non ci permette di evitare i possibili contagi da COVID-19 e alla mancata disposizione della DAD per gli studenti.In seguito, parteciperanno Gli Istituti superiori di secondo grado.