Crotone, Marrelli Hospital: partite le vaccinazioni nella clinica

Crotone, Marrelli Hospital: partite le vaccinazioni nella clinica

Crotone  – Sono partite le vaccinazioni anti Covid nella clinica Marrelli Hospital di Crotone. È il primo gruppo pitagorico che diventa hub vaccinale per i propri dipendenti. In Convenzione con Confindustria si parte con la vaccinazione per i collaboratori del Gruppo Marrelli e per le aziende del crotonese che ne faranno richiesta.

Il primo vaccine-day Marrelli Health è in corso da stamattina nei locali adibiti a Centro vaccinale, all’interno della clinica di via Gioacchino da Fiore. È partita dunque anche a Crotone la campagna vaccinale che vede come protagoniste le aziende e attraverso cui si punta ad accelerare il processo di immunizzazione al Covid-19 della popolazione italiana. L’Hub del Marrelli Hospital punta a inoculare fino a 200 dosi giornaliere. L’attività è stata autorizzata dall’ASP di Crotone in conformità al protocollo siglato tra Regione Calabria, Ufficio del Commissario, e associazioni di categoria Secondo anche quanto stabilito dal Protocollo INAIL e DCA 69/2021.

«Oggi è un giorno molto importante per il nostro Gruppo – afferma Antonella Stasi – intanto perché acceleriamo il processo di immunizzazione per i nostri dipendenti la cui salute è prioritaria, e poi perché dimostriamo che la collaborazione con le Istituzioni e i territori possono portare giovamento ai servizi prioritari, come la salute di tutta la popolazione. Ovviamente, il nostro impegno sarà continuare nella sensibilizzazione delle persone a vaccinarsi e a dare totale disponibilità a tutte le aziende che vorranno vaccinare i propri dipendenti attraverso la nostra struttura”. Tutte le aziende del territorio potranno fare richiesta per i propri dipendenti direttamente all’Asp di Crotone che si adopererà a far pervenire le dosi necessarie di vaccino anti Covid alla clinica crotonese. L’organizzazione è composta da personale sanitario specializzato e formato secondo quanto previsto dalle linee guida dell’Istituto Superiore di Sanità, incluso un anestesista/rianimatore, in collaborazione con i medici competenti delle relative aziende che si convenzioneranno, e sulla base della disponibilità dei vaccini che saranno resi disponibili dalla Regione, il piano vaccinale sarà implementato, con adesione su base volontaria.

Marrelli Hospital