Crotone, nata grazie a FenImprese l’associazione degli asili nido “Uni.Nidi Crotone”

Crotone, nata grazie a FenImprese l’associazione degli asili nido “Uni.Nidi Crotone”


Riceviamo e pubblichiamo (Crotone) – FenImprese Crotone non si ferma mai e nonostante il blocco dell’economia, i Dirigenti della struttura continuano al lavorare con il solito attivismo, che ha reso l’associazione punto di riferimento per aziende e professionisti del nostro territorio. Quando l’obbligo di stare a casa diventa un momento fruttuoso di riflessione e azione.

Il 31 Marzo a Crotone in modalità video conferenza skype (come impone oramai il dettato civico ed istituzionale) è nato “Uni. Nidi Crotone”, l’associazione degli asili nido della città pitagorica, aderente all’Associazione datoriale Fenimprese Crotone capitanata dal Presidente Facino.

Sotto l’impulso di sei attivissime e volenterose imprenditrici del settore, Maria Teresa Iannone titolare de ll Paese dei Balocchi, Giusy Daniela Scigliano de Il Girotondo, Alessandra Covelli de Le Coccinelle, Angela Turtoro di Bimbi a Bordo, Angela Crudo di Fate e Folletti, Francesca Nebbioso di Coccole e della dott.ssa Emanuela Covelli, dirigente di Fenimprese, si è costituito il gruppo in rappresentanza di un comparto del tessuto sociale tanto importante quanto difficoltoso nella sua gestione.

“Nella nostra città, più che in tutte le altre province della regione, sembra che le leggi siano interpretate ad hoc per enfatizzare una situazione in cui il disagio è già fin troppo accentuato” lamentano le imprenditrici.

Le problematiche da approfondire e da portare ai tavoli istituzionali sarebbero numerose, ma per ora è su tre punti focali che si incentrerà l’azione dell’associazione.

In primis, data l’emergenza epidemiologica in corso e lo stravolgimento delle condizioni di vita e di lavoro, si chiederà al Comune uno slittamento dei termini per il rinnovo delle autorizzazioni e degli accreditamenti degli asili (previsto per il mese di giugno), poiché i nidi non avranno il tempo di gestire anche la corposa documentazione necessaria per questo importante adempimento burocratico.

E ancor meno sarà possibile rispettare le scadenze economiche dopo una fase congiunturale così negativa, motivo per cui sarebbe ragionevole che l’Ente locale predisponesse una sospensione dei tributi locali per tutto il 2020.

In secondo luogo, il comitato chiederà riscontro alla Regione sul c.d. Fondo 0/6, già previsto dalla riforma 107 del 2015, la cosiddetta Buona Scuola, ma che pare in Calabria non abbia ancora trovato esecuzione.

Si tratta di uno stanziamento per il nuovo sistema integrato di istruzione che ancora non è stato recepito correttamente, contrariamente a quanto accade per le altre regioni, aumentando sempre più, così, quella diversità di servizi tra il nostro e gli altri territori regionali.

Infine, ma non certamente per ordine di importanza, il gruppo imprenditoriale chiede riscontro e chiarimenti sulla gestione delle attuali misure a economiche a sostegno del reddito che riguardano gli asili nido, ponendo l’attenzione sull’importanza di uno snellimento da qui in poi di tutte le procedure burocratiche in ragione del difficile momento storico.

Fenimprese sarà ancora una volta a fianco dei suoi associati in tutte le piccole e grandi battaglie per la tutela dei diritti di ogni settore.

Inoltre vogliamo fare un plauso speciale a queste professioniste, donne che danno tanto al nostro territorio, che con spiccato e senso di aggregazione molto raro specialmente nel nostro territorio, hanno deciso di condividere i problemi del loro comparto perché solo Uni.Nidi si vince.

 

Ufficio Stampa FenImprese

CROTONE11