(Video) Crotone, nelle “Contrade di Hera” i problemi sono sempre gli stessi: i residenti dicono basta

(Video) Crotone, nelle “Contrade di Hera” i problemi sono sempre gli stessi: i residenti dicono basta


Crotone – Mancanza di una buona illuminazione, una sola corsa dei pullman, sterpaglie e varie difficoltà hanno messo insieme  un gruppo di cittadini residente a CapoColonna e riunito nel comitato Le Contrade Di Hera. Hanno fatto sentire la loro voce, quest’oggi, nel piazzale antistante il Santuario dedicato alla Madonna di CapoColonna. Sì, anche l’unione fa la forza, e se il promontorio viene pulito, o qualche signora avesse bisogno di un passaggio per far ingresso in un supermercato di Crotone per la spesa, è merito del buon vicinato che vi è a CapoColonna.

Un promontorio ricco di storia, baciato dal sole e lambito dal mare che però è abbandonato a se stesso da fin troppo tempo: «I residenti hanno difficoltà – ha dichiarato Marianna Barilari e le difficoltà ci sono anche per i turisti. Non ci sono pensiline per gli autobus, non ci sono orari. Non si può venire a CapoColonna se non per mezzo privato». Un’email all’attenzione del Commissario Cittadino: «Non possiamo scaricare le colpe su nessuno, ma è una richiesta di attenzione rivolta a tutti, chiedendo di pensare a CapoColonna, e chiunque pensi di candidarsi inserisca questa zona della città nel proprio programma».

I cavi della luce, insomma, da quando sono stati rubati, non sono stati più sostituiti lasciando la zona completamente al buio: «Su questo promontorio siamo abbandonati – ha aggiunto Giovanni De Luca  lottiamo da tanti anni per la pulizia, i problemi sono sempre gli stessi e mai risolti, noi cerchiamo di fare tutto. Sembra che si veda qualcuno ogni cinque anni. Noi vogliamo che la politica metta il suo impegno per i problemi di CapoColonna che non si risolvono mai».

«Vengono ogni cinque anni e poi non si vedono più. Allora non li voteremo. Raccogliamo le schede e non votiamo» ha detto poi una signora.

Danilo Ruberto