Crotone, Park and Ride verso la riapertura

Crotone, Park and Ride verso la riapertura

Crotone –  In questi giorni proseguono i lavori lungo viale Regina Margherita, con l’allestimento della nuova pista ciclo-pedonale, opera da circa 200 mila euro che permetterà di unire il centro cittadino con Corso Mazzini. La larghezza della pista sarà – come annunciato dall’Amministrazione Comunale – mediamente di 2,50 m (1,25 m pista ciclabile ed 1,25 m per i pedoni) e l’intero percorso sarà dotato di impianto di illuminazione.

Una nuova pavimentazione andrà così a soppiantare quella già esistente, che in alcuni punti risultava danneggiata. La novità delle prossime settimane potrebbe riguardare la riapertura del Park and Ride posto lungo via Miscello da Ripe, arteria parallela alla più nota viale Regina Margherita, una struttura chiusa da alcuni anni, soggetta di recente anche ad atti di vandalizzazione. Ad annunciare questa possibilità, interpellato, è l’assessore al Verde Pubblico del Comune di Crotone, Gianni Pitingolo.

«C’è già stata una delibera di Giunta con atto d’indirizzo con il quale si potrà effettuare una ricognizione su tutta la situazione legata al parco biciclette. Una volta superata questa fase saranno avviati dei lavori di manutenzione e si potrà andare ad avviso pubblico per riaprire, finalmente, questa struttura».

La riapertura dovrebbe riguardare solamente la stazione di via Miscello da Ripe, mentre non dovrebbero esserci novità sull’apertura della stazione – mai inaugurata – posta lungo via Falcone e Borsellino nei pressi dell’ingresso dei Giardini di Pitagora.

«L’intervento riguarderà solamente la struttura di via Miscello da Ripe, per l’altra ancora non abbiamo novità. L’obiettivo che ci siamo prefissati per la riapertura è il 30 luglio».

Dopo un lungo periodo di oblio si potrebbe ritornare a parlare di mobilità sostenibile in centro città. «La struttura, che è attualmente chiura, è stata lasciata in balia degli eventi – conclude Gianni Pitingolo -, adesso abbiamo ripreso in mano la situazione. C’è già da circa 15 giorni un atto d’indirizzo della Giunta, la volontà dunque è che questo bene pubblico ritorni a disposizione della collettività il prima possibile».

Una speranza per gli amanti del mezzo a due ruote, una possibilità di poter ritornare ad usufruire di un servizio ecologico e che permette di vivere la città in prima persona. Si attendono novità nelle prossime settimane.