Crotone, passa il Bilancio Preventivo dopo un lungo e acceso dibattito

Crotone, passa il Bilancio Preventivo dopo un lungo e acceso dibattito

L’Amministrazione Vincenzo Voce va avanti con l’approvazione del Bilancio Preventivo 2021-2023, dopo il lavoro del titolare dell’ufficio Antonio Scandale, per risanare le casse del Palazzo di Piazza della Resistenza, con le limitazioni imposte dalla Corte dei Conti.

Assunzioni e scorrimento delle graduatoria e spese ordinarie: adesso il Comune ha un piano preventivo, e vuole andare avanti su un tesoro già presente, che si chiama finanziamento per Antica Kroton o, ad esempio, Agenda Urbana.

Non c’è strategia, ha sottolineato la minoranza compatta, in un consiglio comunale durato molte ore, iniziato con la richiesta di Fabrizio Meo di rinviare tutti i punti all’ordine del giorno poichè  “non sono stati rispettati i termini per la convocazione”, impedendo ai consiglieri, ha continuato, di poter presentare i propri emendamenti.

Non sono mancati i toni accesi durante le lunghe discussioni, mentre dalla minoranza, rivolgendosi al primo cittadino, Danilo Arcuri ha affermato che questa amministrazione non ha un piano strategico ed una visione per il futuro. La risposta del titolare del palazzo di piazza della Resistenza non è mancata, affermando di aver trovato presso l’ente comunale dei pignoramenti per milioni di euro.

Bilancio approvato dalla maggioranza, con il no secco della minoranza.