Crotone, Piscina Olimpionica, ex Coni e PalaMilone: presentati gli interventi di riqualificazione

Crotone, Piscina Olimpionica, ex Coni e PalaMilone: presentati gli interventi di riqualificazione

Crotone – Dopo la firma, avvenuta questa mattina, della convenzione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, sono stati presentati questo pomeriggio i progetti che saranno portati avanti a seguito dell’affermazione ottenuta dal Comune di Crotone nel prestigioso bando della Presidenza del Consiglio “Italia City Branding 2020” . A presentare le iniziative il sindaco Vincenzo Voce e l’assessore alle Attività Produttive e Sport Luca Bossi.

A seguito del decreto di approvazione della graduatoria registrato da parte della Corte dei Conti e con la stipula della convenzione con la struttura di missione Investitalia, afferente la Presidenza del Consiglio dei Ministri, avvenuta oggi, “si è pronti a partire”, così dice l’ente comunale..

E’ stato l’assessore Bossi che ha illustrato nel dettaglio gli interventi che vedono il Comune beneficiario di circa 622.000 euro per le attività di progettazione, al fine di rendere immediatamente cantierabili gli interventi. Sarà poi probabilmente il CIPE a finanziare anche l’esecuzione dei lavori, di un importo totale che si aggira intorno ai 10 milioni di euro, così come anticipato dal sottosegretario alla presidenza del consiglio dei ministri alla presentazione della graduatoria.

Il primo intervento riguarda la riqualificazione dell’area piscina ex Coni. L’assessore ha specificato che la struttura, per la storia ed anche l’affetto che lega i crotonesi alla stessa, sarà demolita e ricostruita con gli opportuni aggiornamenti tecnici e funzionali all’utilizzo, ricordando la memoria storica di un luogo caro ai cittadini. Il valore aggiunto sarà renderla fruibile ai cittadini anche nei mesi invernali con una copertura fissa e ad elevata efficienza energetica (NZEB). Sarà inoltre decementificata parte dell’area attigua alla battigia.

Altro intervento notevole sarà la copertura fissa della Piscina Olimpionica, ai fini di abbattere i costi di gestione e la realizzazione di un impianto di cogenerazione a metano. Per quanto attiene il Palamilone il progetto riguarderà l’efficientamento energetico della struttura.

Un quarto progetto riguarderà la realizzazione di due palestre all’aperto in aree verdi attrezzate mentre il quinto progetto sono servizi di interconnessione e a supporto della fruizione dell’offerta turistica. Sono previsti quattro mesi a partire dalla sottoscrizione della convenzione per andare in aggiudicazione con le proposte progettuali.

L’Assessore Bossi ha evidenziato l’innovazione del bando che porta ad avere progetti pronti a essere cantierati: “le nostre sono scelte operative e di coraggio che contemplano sia la rifunzionalizzazione di aree abbandonate in pieno centro turistico cittadino, sia l’efficientamento di strutture esistenti per migliorarne la gestione e sia la creazione di palestre all’aperto nei parchi cittadini”