Crotone, ricordato il vescovo Andrea Mugione: “Ci sono tanti segni luminosi del suo passaggio qui a Crotone”

Crotone, ricordato il vescovo Andrea Mugione: “Ci sono tanti segni luminosi del suo passaggio qui a Crotone”

Crotone – Con una santa messa, celebrata nella Cappella della Madonna di CapoColonna, come ogni sabato mattina alle 9,00 dal Capitolo Cattedrale, è stato ricordato Monsignor Andrea Mugione, il vescovo campano che guidò l’Arcidiocesi di Crotone-Santa Severina dal 1998 al 2006.

Il presule raccolse l’eredità lasciata da Monsignor Giuseppe Agostino, il prete reggino figlio di ferroviere che accompagnò la Chiesa crotonese verso la modernità del Concilio Ecumenico Vaticano II. Nato a Caivano nel 1940,  Andrea Mugione fu missionario in Venezuela, fino alla nomina di Vescovo di Cassano allo Jonio, scegliendo come motto episcopale “Communio et missio”. Dopo aver lasciato l’arcidiocesi crotonese, fu nominato Arcivescovo metropolita di Benevento, fino alle dimissioni per raggiunti limiti di età nel 2016. Si è spento a 79 anni a Napoli il 26 febbraio del 2020.

“Io penso che sia un dovere della comunità ricordarsi dei padri e di coloro che hanno seminato il vangelo e seminato l’amore di Dio – ha detto l’Arcivescovo di Crotone-Santa Severina monsignor Angelo Panzetta  – ringraziamo di averlo avuto qui come pastore. Nella parola di oggi si parla di Dio come pastore che guida il suo gregge. Penso che monsignor Mugione sia stato un segno particolare della paternità di Dio, un pastore che si è prestato al benessere delle persone che gli sono state affidate. 

Come vescovo di questa comunità vedo i segni di questo suo lavoro. I documenti, le opere, parlano di una persona ferma, mite, di una persona che ha pensato al presente e anche al futuro, ci sono tanti segni luminosi del suo passaggio che chi vuole leggere può leggere con grande serenità”.

Danilo Ruberto