Crotone, risplende la Chiesa dell’Immacolata per la sua dolce Patrona

Crotone, risplende la Chiesa dell’Immacolata per la sua dolce Patrona

Crotone – È una tradizione che affonda nei secoli quella che richiama numerosi crotonese, dal 29 novembre all’8 dicembre,  presso la Chiesa nel centro storico di Crotone, appositamente addobbato dalle luminarie esterne,  che addolciscono questi giorni in preparazione al Natale e, in particolare, verso la festa dell’Immacolata di giovedì 8 dicembre. In particolare, oltre l’illuminazione esterna, il cornicione che accoglie l’antica statua della Madonna Immacolata è stato illuminato a festa, favorendo luce sul presbiterio.

Sono giorni di festa, in cui le luci si accendono in città, le vetrine colorate per il Natale, in attesa che la comunità crotonese possa vivere questi giorni, riabbracciando i propri cari e coloro che torneranno in città per la festa più sentita dell’anno.

È un lungo momento di   valore spirituale, segnato dall’Adorazione eucaristica e da antichi canti mariani, con le meditazioni  tenute giorno per giorno.

Mercoledì 7 dicembre, Vigilia dell’Immacolata, alle ore 17,15 il santo Rosario e poi, alle 18,00, la celebrazione eucaristica sarà presieduta dall’Arcivescovo di Crotone-Santa Severina Angelo Panzetta.

Mentre giovedì 8 dicembre, Festa dell’Immacolata Concezione, alle ore 9,00 la Santa Messa sarà celebrata da don Stefano Cava, e alle 19.00, da Monsignor Alessandro Saraco, rettore della Chiesa dell’Immacolata. Le meditazioni si ispirano al «Trattato della vera devozione a Maria» di San Luigi Maria Grignion da Montfort (1673-1716). Coloro che l’8 dicembre intendono consacrarsi al Cuore Immacolato di Maria possono segnalare la propria adesione a mons. Alessandro Saraco entro il 5 dicembre.