Crotone seppellita dai rifiuti: lettera al Prefetto

Crotone seppellita dai rifiuti: lettera al Prefetto

Crotone – Cittadinanzattiva- Tribunale per i Diritti del Malato intende denunciare la situazione igienico – sanitaria che è diventata insostenibile da quando in città non vengono raccolti i rifiuti. Cumuli di spazzatura si trovano in ogni angolo delle strade, invadono le carreggiate e i marciapiedi.

L’odore emanato dai rifiuti, che macerano sotto il sole, rende l’aria irrespirabile. Numerosi cittadini si sono rivolti al nostro Movimento perché stanchi della situazione che non è nuova nella nostra città. Sappiamo bene le difficoltà generali derivanti da un mancato piano regionale e da quello dell’ATO provinciale di Crotone, ma tuttò ciò non giustifica l’enorme degrado della città e le conseguenze igienico-sanitarie precarie.

Il Poliambulatorio di Corso Messina ha i cassonetti dei rifiuti nell’adiacenza dell’entrata dove sostano molti cittadini in attesa di entrare per visite specialistiche o strumentali.
Ci rivolgiamo a Lei come massima Autorità dello Stato affinché possa risolvere al più presto il problema del ritiro dei rifiuti almeno dalle zone sensibili.
I Cittadini non meritano di subire l’inattività della politica, hanno dei diritti che vanno salvaguardati.
In attesa di un urgente riscontro, porgiamo distinti saluti

Ines Maroni Coordinatrice Cittadinanzattiva
Pietro Spampinato Responsabile TDM