Crotone, sit in di protesta davanti la Prefettura: c’è da difendere i posti di lavoro

Crotone, sit in di protesta davanti la Prefettura: c’è da difendere i posti di lavoro


Crotone – Questa mattina i lavoratori, di concerto con le sigle sindacali, si sono recati presso l’ente territoriale per l’emergenza lavoro: se ricordate, nei giorni scorsi davanti il Palazzo di Giustizia di Crotone si reclamava a gran voce la difesa del proprio posto di lavoro, per la procedura di cambio d’appalto al Tribunale, Giudice di Pace. Si tratta di Guardie Giurate armate: fino al 30 giugno era la Sicutransport l’affidataria dell’appalto, dal 1 luglio, invece, è subentrata la Proservice che se lo è aggiudicato:

«Aspettiamo quanto meno che ci possa essere un interessamento per questa vicenda  – ha detto Federico Salvatore della Cisl – la Prefettura è l’organo preposto anche a deliberare le licenze dell’istituto. Siamo qui dopo il primo sit in proprio perchè vogliamo rivendicare alcune situazioni paradossali che purtroppo su questo territorio si verificano in maniera solerte. Ci sono delle regole che devono essere rispettare, perchè qui c’è gente seria, professionale, non possiamo permettere che solo un posto di lavoro possa essere perso. É ovvio che l’organo preposto a  espletare queste procedure è l’ispettorato del lavoro, al quale noi abbiamo già fatto richiesta d’incontro e sollecitato. Non è detto che il sit in non si sposti in altre situazioni. Non ci fermeremo fino a quando non verrà trovata una soluzione».

Veronica Romano/Danilo Ruberto


Come possiamo esserle utili? Chatta con noi