Crotone, sottoscritto un protocollo per l’assistenza ai bambini affetti da spettro autistico

Crotone, sottoscritto un protocollo per l’assistenza ai bambini affetti da spettro autistico

Crotone, riceviamo e pubblichiamo – E’ stato sottoscritto questa mattina presso il Comune di Crotone il protocollo di intesa per l’assistenza a bambini con disturbo dello spettro autistico tra l’ente, l’Azienda Sanitaria Provinciale, l’associazione Autismo Kr e lo sportello provinciale della scuola polo Pertini – Santoni.

A sottoscrivere l’importante strumento che ha come obiettivo prioritario garantire l’effettiva integrazione delle fasce deboli il sindaco Vincenzo Voce, il direttore generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale Francesco Masciari, la dirigente dell’Istituto Pertini – Santoni Ida Sisca e il presidente dell’associazione Autismo KR Maurizio Bossio. Erano presenti l’assessore alle Politiche Sociali Filly Pollinzi e l’assessore alla Tutela della Salute Carla Cortese che hanno seguito il percorso che ha portato alla odierna sottoscrizione.

In particolare con la sottoscrizione del protocollo l’amministrazione si impegna a sostenere e promuovere sul territorio le iniziative promosse dall’associazione Autismo Kr verificando l’eventuale possibilità di accesso a fonti di finanziamento regionali, nazionali e comunitari e inoltre, attraverso i servizi sociali dell’Ente, raccogliere, elaborare e fornire dati sull’incidenza della sindrome dell’autismo disponibili a livello del distretto socio assistenziale di Crotone. Lo sportello provinciale autismo promuove la cultura della presa in carico educativa e riabilitativa delle persone con disturbo dello spettro autistico ed offre alle scuole formazione e consulenza relativa ai problemi dell’inclusione degli studenti con questa patologia oltre a fornire ascolto per i genitori e supportarli nel rapporto scuola/famiglia.

L’Azienda Sanitaria Provinciale garantirà le procedure di diagnosi multidisciplinare, monitoraggio e sinergici secondo procedure già operative e collaudate. In un periodo in cui crescono le diseguaglianze è dovere di tutte le istituzioni eliminare gli steccati che possono accentuare condizioni di disagio affiancando le famiglie e la comunità cittadina” ha detto l’assessore alle Politiche Sociali Filly Pollinzi. Per una patologia così complessa è necessario un approccio multidisciplinare che consenta una piena integrazione, rispondendo ai bisogni dei bambini e supportando le loro famiglie” dichiara l’assessore alla Tutela della Salute Carla Cortese.