Crotone, Ugo Pugliese: «L’ultima circostanza, quella giudiziaria, un elemento di ulteriore riflessione per una decisione già maturata da tempo»

Crotone, Ugo Pugliese: «L’ultima circostanza, quella giudiziaria, un elemento di ulteriore riflessione per una decisione già maturata da tempo»

Il sindaco uscente Ugo Pugliese ha incontrato la stampa prima di concludere la sua triennale esperienza come primo cittadino di Crotone. Ha esposto, durante una lunga relazione, le motivazioni per cui lascia la fascia tricolore: «Dunque, l’ultima circostanza, quella giudiziaria, è stata soltanto un elemento di ulteriore riflessione per una decisione già maturata da tempo.

Possibile non ci sia stato, da una parte politica che si professa classe dirigente, non dico un atto di solidarietà ma una riflessione su quanto avvenuto. Registro solo che il sindaco è stato “sostituito” come relatore in una convention elettorale di quella che avrebbe dovuto essere la sua parte politica e persino invitato con un whatsapp come l’ultimo dei peones».

Ugo Pugliese inoltre ha affermato che non vi erano più i presupposti per andare avanti, con un consiglio comunale che non gli ha garantito la maggioranza e interessato solo alla campagna elettorale per le future regionali del 2020: «La priorità e l’urgenza, evidentemente, sono la campagna elettorale per le elezioni regionali. Crotone, i suoi cittadini ed il suo sindaco possono aspettare….vengono dopo».

L’inquilino uscente del palazzo comunale si è riferito alla convention elettorale del 14  novembre del partito e movimenti che lo hanno sostenuto nel 2016: «Quando nella convention è stato fatto il nome delle altre persone coinvolte nello scandalo della piscina è partito l’applauso, quando è stato fatto il nome del sindaco sembrava un funerale, allora se di funerale si deve parlare, che il funerale abbia luogo non solo per il sindaco ma per tutta la coalizione».