Crotone, un 2019 positivo per la Questura. Ad aprile nuovi rinforzi

Crotone, un 2019 positivo per la Questura. Ad aprile nuovi rinforzi

Si è ritenuto soddisfatto il Questore della Provincia di  Crotone, il dottor Massimo Gambino, nel presentare il report delle attività svolte nel 2019: «Il Questore vuole che vengano rispettate le regole – ha dichiarato nel corso della presentazione delle attività 2019 – anche se ciò risulta impopolare. Far rispettare le regole e rispettare le regole può essere la chiave di svolta affinchè questa terra si risollevi, io ci credo perchè sono un uomo del Sud».

Le attività quotidiane svolte dalla Polizia Stradale, della Ferroviaria e Postale sono state definite dal Questore “eccellenze”, così come sono raddoppiati i controlli delle Volanti, ovvero maggiore controllo sul territorio. I controlli, infatti, sono stati trentasei mila nel solo 2019 rispetto ai diciassette mila dell’anno precedente. Sono aumentate dunque le perquisizioni, così come c’è stato un aumento significativo da parte dei cittadini che denunciano chi, ad esempio, fa uso di sostanze stupefacenti.

La Squadra Mobile è stata impegnata in questo anno che sta per finire di alcuni casi di omicidio, dove sono state effettuate importanti operazioni con la ricostruzione dei fatti tramite la videosorveglianza. «Leggendo i numeri delle misure di prevenzione sono dati incoraggianti – ha continuato il Questore Gambinopoichè sono aumentate le misure di sorveglianza, i daspo, e gli ammonimenti. L’ammonimento in particolare è una misura di prevenzione. Ovvero molte donne hanno denunciato determinati maltrattamenti».

Sono raddoppiati anche i controlli verso gli esercizi commerciali, è emerso dal report 2019, e il Questore si è detto anche soddisfatto dall’implementazione del personale della Questura, così come negli uffici operativi. Arriveranno altresì circa ventisei nuovi agenti negli uffici, tra agenti e ispettori in rinforzo. L’ufficio immigrazione ha lavorato con il rilascio dei permessi di soggiorno, e la Polizia di Stato è stata impegnata nel solo 2019 con quindici sbarchi sul porto. Gambino si è anche soffermato sulla Digos per i numerosi servizi effettuati verso l’ordine pubblico, con ventuno persone deferite, millequattrocentododici ordinanze di sicurezza pubblica, duecentoquattordici servizi sul Focus Ndrangheta.