Crotone, un giro del mondo in barca, portando la bandiera della Pace nella nostra città

Crotone, un giro del mondo in barca, portando la bandiera della Pace nella nostra città

Crotone – Un sogno in barca che dura da due anni: è la famiglia Irigoyen, con i tre figli, giunta a Crotone agli inizi di ottobre e che ancora stazione nella nostra città, in una struttura ricettiva, aspettando che la propria barca di quasi 14 metri abbia gli ultimi ritocchi e opere di riqualifica prima di ripartire verso nord, fermandosi a Roma per incontrare il Papa e poi tra Sardegna e Corsica raggiungere altre mete e altre destinazioni.

Questa mattina la famiglia è stata accolta dal primo cittadino Vincenzo Voce e dagli assessori Rosa Maria Parise e Luca Bossi: tre figli che, oltre la scuola del mare, stanno apprendendo dai propri genitori. Hanno visitato le bellezze del territorio, assaporando la gastronomia e gustando ciò che la natura di Crotone.


Quest’oggi hanno donato al primo cittadino la bandiera della Pace e, l’amministrazione, ha fatto dono del Faillo, l’atleta krotoniate e militare greco, simbolo di unione fra i popoli. Sono messicani, provengono dalla città di Puebla. “Il nostro mare attrae – ha detto il sindaco Vincenzo Vocepoi sono queste bellissime famiglie in missione di pace e osono stato davvero felice e onorato di fare questo incontro e conoscere la loro storia e la missione di pace che stanno portando in tutto il mondo”.

Siamo grati per l’accoglienza ricevuta dalla città – ha aggiunto Alejandro Irigoyenla Calabria è effettivamente la parte autentica dell’Italia, con la qualità del mangiare, del modo di porsi della gente, è davvero un bel biglietto da visita che avete. Il simbolo della pace che abbiamo portato rappresentano l’equilibrio, e con questo viaggio abbiamo raggiunto l’equilibrio”.