Crotone, una piazza gremita per il candidato Voce: «Ho le mani libere. Sindaco del popolo e non degli amici»

Crotone, una piazza gremita per il candidato Voce: «Ho le mani libere. Sindaco del popolo e non degli amici»

Crotone – In città questa sera c’è stato Carlo Tansi per la presentazione delle liste, ben quattro, del candidato Enzo Voce. Geologo, già capo della Protezione Civile regionale, Tansi accompagna il candidato in questo percorso elettorale. La conferenza stampa si è tenuta all’aperto, in Piazza Marinai D’Italia, proprio lì dove mesi fa, prima delle regionali, Voce incontrò i cittadini: «Io sto tra la gente – ha detto il candidato – perchè Voce deve dare conto ai cittadini per cui preferisco guardarli negli occhi». Poi annuncia il suo programma, consultabile sul proprio sito, che definisce “del fare”: «Igiene urbana, decoro urbano, riqualificazione urbana, rapporti con Eni che riguardano la revisione del Pob Fase 2, la subsidenza, scorie interrate e danno ambientale. E ancora politiche sociale, nel nostro territorio ci sono intere famiglie abbandonate a se stesse; attività produttive, idee interessanti per riavviare la macchina pulsante della città. Abbiamo potenzialità enormi, ci vogliono le persone giuste, competenti. Ci vuole un Sindaco autorevole che abbia la forza di fare: fare bene per la città. I crotonesi sono stanchi e il vero cambiamento è con Enzo Voce».

Un cambiamento che secondo il candidato passa dalla macchina amministrativa: «Ci vorrebbe un dipendente comunale per ogni 150 abitanti, a Crotone quindi ce ne vorrebbero circa 420, ne abbiamo circa 240. Bisogna fare in modo che l’ente prenda delle figure altamente qualificate che formi il personale e lo motivi». Sulla squadra che potrebbe costituire un’eventuale Giunta in caso di vittoria aggiunge: «Ogni assessore – sottolinea – deve avere una competenza specifica».

Le liste a supporto sono: Stanchi dei Soliti, Tesoro Calabria, Crotone Cambia, Città Libera: «I crotonesi non meritano un territorio abbandonato diventato discarica di Calabria e d’Italia e con tutti i veleni buttati sotto i piedi di Crotone – ha aggiunto Carlo Tansi -. I crotonesi hanno un’opportunità, hanno un treno che non passerà mai più che si chiama Enzo Voce, una persona libera che ama Crotone, un tecnico che sta proponendo un programma concreto di rinascita. Non è solo l’ambientalista che si occupa della Pertusola, lui si occupa di tanti aspetti e si sta circondando di persone che hanno varie competenze, me compreso come movimento tesoro Calabria che supporterà Voce fino alla fine e ad oltranza, in questo suo progetto ambizioso».

Poi interviene sulla “vecchia politica” che, secondo Tansi «vuole continuare a succhiare il sangue alla città e chiaramente se la città risponde vuol dire che ci sono tante persone che non vogliono continuare ad essere gestite da destra, sinistra e centro». Ed Enzo Voce, in conclusione, ha invitato i candidati “a studiare” nei dibattiti e confronti a quattro che vi saranno, perchè è vero, ha specificato, che la salute viene al primo posto, come rimarcato da Andrea Arcuri di Stanchi dei Soliti. E sempre del cambiamento, Tansi ha affermato ai presenti che è un’occasione unica mandare a casa la vecchia politica e Voce ha aggiunto: «A destra? Ci sono gli ex» e ha specificato anche: «Enzo Voce ha le mani libere, i miei candidati hanno le mani libere. Devo dar conto solo ai cittadini crotonesi. Essere il sindaco del popolo, e non degli amici. Se lo devono mettere in testa tutti quanti».

Danilo Ruberto