Crotone, una provincia di anziani: spopolamento e meno residenti nel XXV rapporto Polos

Crotone, una provincia di anziani: spopolamento e meno residenti nel XXV rapporto Polos

Non provengono buone notizia dal XXV rapporto Polos della Camera di Commercio di Crotone:  l’osservatorio economico provinciale ogni anno fornisce una puntuale ed aggiornata informazione sulle caratteristiche e lo stato di salute dell’economia locale. I dati si riferiscono al 2020, primo anno della pandemia, che ha piegato l’economia già precaria del crotonese. La desertificazione  demografica fa da padrona. La popolazione della provincia di Crotone  è diminuita dell’1,17% rispetto al 2019 (dato del 2020).

«L’osservatore Polos lo doniamo alle istituzioni per partire da questo studio territoriale per fare poi un’adeguata programmazione dello sviluppo del territorio stesso – ha dichiarato Alfio Pugliese, commissario straordinario della Camera di Commercio di Crotone –  indipendentemente dalla crisi pandemica, il nostro è un problema  atavico che si ripete da troppo tempo, e nel corso degli anni non è stato mai trovato un freno rispetto al fenomeno della criticità economico sociale  del nostro territorio e sopratutto per quanto riguarda la produzione industriale». 4500 presenze in meno nella città di Crotone, e più di 6 mila di presenze nell’intera provincia: «Ormai le intere famiglie preferiscono andare fuori per fare una vita diversa sotto tutti i punti di vista, sia economico e sociale».

Il rapporto Polos è stato presentato ieri pomeriggio presso la Camera di Commercio di Crotone: a moderare i lavori il giornalista Vito Barresi, alla presenza del Commissario Straordinario della Camera di Commercio Alfio Pugliese e Claudia Rubino, coordinatrice del rapporto Polos, i quali hanno presentato i dati. Collegato in remoto il vice ministro dello sviluppo economico Gilberto Fratin.