Crotone, una rete di donne contro la violenza di genere sul lavoro

Crotone, una rete di donne contro la violenza di genere sul lavoro

Come si può rompere il muro dell’indifferenza e del silenzio? Si può e si deve!  È quanto sostenuto mercoledì pomeriggio dal Soroptimist Club di Crotone in un convegno svolto a Palazzo Giusti, in cui hanno relazionato le avvocatesse del foro crotonese, insieme all’avvocato Felice Foresta. «La nostra missione è la valorizzazione della donna – ha dichiarato Maria Sulla, presidente del Soroptmist di Crotone – più se ne parla e più si fa rumore, aumenta la consapevolezza di questo fenomeno. Non è un’emergenza, è un dramma».

È presente, inoltre, presso il comando provinciale dei carabinieri di Crotone “Una stanza tutta per se” dove le donne, che hanno subito una violenza, possono denunciare chi perpreta verso di loro violenze, ritorsioni o minacce. Una stanza allestita proprio dal Soroptimist di Crotone.

«Il fenomeno non è conosciuto come dovrebbe, ed è ancora poco denunciato – ha dichiarato l’avvocato Raffaella Dattolo, presidente Risolvere.eu – Nei luoghi di lavoro possono verificarsi tanti fenomeni di violenza, come quella fisica, psicologica, sessuale, violenza privata, tentata estorsione, e quindi c’è bisogno di fare informazione perchè la legge tutela queste donne. E riguardo le recenti sentenze della Cassazione, in caso di denuncia di violenza sessuale, per il giudice vale soltanto la dichiarazione della vittima di violenza. Le donne devono fidarsi della giustizia italiana, poi devono essere le associazioni, gli organismi, le reti che si fanno ad essere di supporto e stimolo per le donne che hanno subito una violenza».

Post Correlati