Crotone, una tartaruga caretta caretta torna libera grazie alla Scuola Club Velico Crotone

Crotone, una tartaruga caretta caretta torna libera grazie alla Scuola Club Velico Crotone


Un esemplare di tartaruga marina Caretta Caretta aveva ingoiato un amo ed era in serie difficoltà. Salvataggio ieri mattina al largo della costa crotonese ad opera della scuola vela Club Velico Crotone. La Caretta Caretta è una specie di tartaruga marina particolarmente diffusa nel Mar Mediterraneo che purtroppo combatte contro l’incoscienza dell’uomo: molte di loro ingeriscono accidentalmente plastica o attrezzature da pesca.

Ma l’estate crotonese spesso ci consegna storie a lieto fine come questa: grazie alla prontezza del ‘guru’ della scuola vela del circolo, Gianluca Cortese, che ha avvistato l’esemplare in difficoltà nelle acque crotonesi, la Capitaneria di Porto di Crotone è potuta intervenire tempestivamente. In realtà, l’operazione è avvenuta nell’ambito di un progetto di ‘pattugliamento civile’ chiamato “Sentinelle del mare”. Il format unisce il Club Velico Crotone, presente ogni giorno nelle nostre acque con le sue barche, e il Polo NET, che lo ha ideato, nel recupero di esemplari on difficoltà e nella raccolta della plastica che galleggia nel golfo.

Le “sentinelle” hanno dunque fatto la loro parte. E ora con il determinante ausilio dei volontari e delle associazioni, prima fra tutte il WWF, il giovane esemplare maschio salvato dalla società sportiva e da NET presto potrà tornare a nuotare nel nostro magnifico Mare Nostrum.

Alessandro, questo il nome con il quale probabilmente verrà battezzata la tartaruga in memoria del vice Presidente del WWF locale recentemente scomparso, è stato curato nel Centro di Recupero Tartarughe Marino che si trova presso l’Area Marina di Capo Rizzuto ed è gestito dai volontari del WWF di Crotone.

Tra pochi giorni, dopo le necessarie cure, la Caretta Caretta, accompagnata anche dai ragazzi del Club Velico Crotone, verrà rimessa in acqua. Il Presidente del WWF, Paolo Asteriti, ha colto l’occasione per ricordare di prestare molta attenzione alle tracce che troviamo sulle spiagge della nostra costa dove le tartarughe nidificano e, nel caso, di avvertire subito i volontari del WWF.

Il Presidente del Club Velico Francesco Verri plaude al lavoro straordinario delle associazioni e del WWF di Crotone che sta cambiando il sentimento comune verso questo simpatico e pacifico animale marino. 
utti ci sentiamo coinvolti, in particolare i nostri giovani atleti che andando in mare ogni giorno sono determinanti. A loro stiamo dedicando anche momenti informativi e formativi sull’ambiente in collaborazione con il Polo NET di Crotone così da accrescere sempre più una sana e matura cultura ambientale.

Continueremo – aggiunge Luigi Borrelli, presidente del POLO NET – ad investire in campagne di sensibilizzazione che puntano alla difesa delle nostre acque e dei suoi preziosi abitanti unitamente ad altre iniziative finalizzate alla tutela dell’ambiente. La collaborazione istituzionale tra il Polo NET ed il CVC in questo ambito ci conforta sempre più. I giovani atleti sono le sentinelle del mare e su di loro è necessario puntare.


Come possiamo esserle utili? Chatta con noi