Crotone, Voce: «La famiglia di Taiisia non sarà sola. Continueremo ad accogliere i nostri fratelli ucraini»

Crotone, Voce: «La famiglia di Taiisia non sarà sola. Continueremo ad accogliere i nostri fratelli ucraini»

Crotone, così ha scritto il primo cittadino Vincenzo Voce dopo i funerali che si sono svolti questa mattina presso la Basilica Cattedrale della piccola Taiisia (leggi qui).

Oggi è il giorno del dolore. Sono stati giorni di dolore. Un dolore che ci devasta da quando abbiamo appreso che tu piccola Taisiia, piccolo angelo, ci avevi lasciato.

Un dolore che ogni crotonese, ogni genitore, ha provato e sta provando. Davanti a quanto accaduto, a quanto abbiamo appreso nelle ore successive, avvertiamo un senso di profondo sconforto. La città di Crotone ti piange. Si stringe alla tua famiglia. Alla tua mamma e al tuo papà.

Non sarete soli a portare il vostro dolore. La città tutta vi ha dimostrato e vi dimostrerà solidarietà e vicinanza.
Lo dobbiamo a voi, lo dobbiamo a questo dolcissimo angelo. Crotone vi aveva accolto quando avevate lasciato un terribile scenario di guerra. Crotone è città solidale e continuerà ad esserlo accogliendo ed abbracciando i fratelli che stanno arrivando ed arriveranno nei prossimo giorni.

L’ho detto nell’immediatezza della tragedia. Lo ribadisco ora con la certezza che tutti i crotonesi sono e restano uniti nella solidarietà al popolo ucraino e alla comunità ucraina di Crotone così come vogliamo e dobbiamo sentirci vicini a loro in questo momento di grande dolore.

Piccolo angelo, ogni crotonese ti ha sentita e ti sente come la propria figlia.
Questo non è un addio.
Ti porteremo per sempre nel nostro cuore
Il sindaco
Vincenzo Voce

Crotone, ultimo commosso saluto alla piccola bimba ucraina Taiisia